UFC, senti Masvidal: ‘Voglio spaccare la faccia a McGregor’ – La Gazzetta dello Sport


Il fighter del momento sfida la star irlandese: “Voglio fare i soldi che merito, guardo il suo volto e vedo banconote. E so che potrei batterlo facilmente”. Ma tra i due c’è una categoria di peso…

L’uomo del momento nelle Mma? Sicuramente Jorge Masvidal. L’ex pugile da strada di Miami, origini cubane e peruviane, look da pirata e battuta sempre pronta, in meno di 4 mesi ha prima sconfitto “il gorilla” Darren Till nella sua Inghilterra e poi ha inflitto a Ben Askren la sconfitta più veloce di sempre in UFC: al cenno dell’arbitro è partito sparato con una ginocchiata al volto dell’altro, stendendolo in 5 secondi. Dopo due imprese così è normale che chieda almeno una chance da cintura.

Il problema è che l’attuale campione dei pesi Welter, il nigeriano Kamaru Usman, è fuori uso perché si è operato di ernia, e allora ecco la sfida bislacca: “Voglio spaccare la faccia a Conor McGregor”, ha sparato qualche giorno fa Masvidal al “Dan LeBatard Show”. E ha spiegato: “Sarebbe un combattimento che venderebbe tantissimo, e per me è arrivato il momento di fare i soldi che merito. Non mi sono mai tirato indietro da un combattimento, dò alla gente quello che vuole. Guardo la sua faccia e ci vedo i simboli delle banconote sopra, e a essere onesti non so come possa fare a battermi. Lui indietreggia, dà colpetti, io non l’ho mai fatto e so che potrei buttarlo giù facilmente”. E quando gli fanno notare che McGregor è un maestro anche della provocazione, della guerra psicologica e del trash talking, sorride: “Con me più fai lo stupido, più parli e più ti punisco”.

McGregor non combatte dall’ottobre scorso, quando perse contro Khabib Nurmagomedov nel famoso incontro poi sfociato in rissa tra gli staff, ma secondo il presidente dell’UFC Dana White tornerà nell’ottagono entro la fine del 2019. Per un’ipotetica sfida con Masvidal ci sarebbe innanzitutto un problema di peso: Conor è un peso leggero e bisogna vedere se l’altro accetterebbe un drastico taglio di peso. Inoltre McGregor rischierebbe tantissimo ad accettare una sfida da uno dei combattenti più imprevedibili (nel bene e nel male) in circolazione. Difficilissimo ipotizzare un rematch con Khabib, che a settembre difenderà la cintura con Poirier, più semplice un rientro con un avversario sempre “di nome” ma più alla portata. Cowboy Cerrone? Iaquinta? Un terzo match con Diaz, che pure non combatte da quasi 3 anni? Tutte voci circolate di recente…


https://www.gazzetta.it/rss/home.xml

www.lorodipulcinellabolzano.it

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi