Reggio Calabria, sciolta l’azienda sanitaria per infiltrazioni della ‘ndrangheta


Il Consiglio dei Ministri ha deliberato lo scioglimento dell’Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria per infiltrazioni della ‘ndrangheta, affidandone la gestione a una Commissione straordinaria. La decisione stata presa su proposta del prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari, in base all’esito dell’accesso antimafia eseguito nei mesi scorsi. La prefettura di Reggio Calabria ha diffuso una nota nella quale ha indicato anche i membri della commissione straordinaria, che sar composta dal dottor Giovanni Meloni, dalla dottoressa Maria Carolina Ippolito e dal dottor Domenico Giordano.

13 marzo 2019 (modifica il 14 marzo 2019 | 12:26)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




FONTE UFFICIALE: CORRIERE.IT

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi