Pistoia non si ferma più, travolta anche Brescia


Pistoia-Brescia 73-70

Non si ferma più Pistoia, al terzo successo di fila, ottiene la prima vittoria interna dopo aver espugnato Sassari e Reggio. La pazienza ed il lavoro pagano, questa è la dimostrazione e così la salvezza sembra alla portata. Un finale punto a punto condanna per l’ennesima volta la Germani, incapace di gestire i palloni che scottano. Ed ora sono a pieno titolo coinvolti nella lotta per la permanenza in A.


Auda in azione. Ciamillo-Castoria

Auda in azione. Ciamillo-Castoria

la partita
Sulle ali dell’entusiasmo, Pistoia parte di slancio ed annichilisce gli avversari. Peak cancella Vitali e dall’arco è mortifero, così la Oriora vola sul 10-2 al 3’ e Diana è già costretto a ricorrere al time out. Beverly è l’unico reattivo tra i lombardi che fanno debuttare uno spaesato Cunnigham, l’ex Nba si presenta con un air-ball alla prima palla toccata. All’8 i padroni di casa conducono 19-9 ma qui la luce si spegne. Brescia assume un assetto difensivo di altro spessore, in coincidenza con l’ingresso in campo di Moss e Sacchetti ed il parziale di 2 a 15 ribalta il match (21-24 al 14’). Pistoia non si disunisce, i panchinari soffrono il confronto, Cunningham mette in mostra qualche numero, ma la Leonessa da fuori è un disastro (0/8 da tre all’intervallo), si sostiene con le palle recuperate e diventa padrona dell’area, dominando a rimbalzo offensivo. La tripla di Dominique Johnson manda le squadre all’intervallo in perfetta parità, a quota 35. La Germani sembra avere in mano il match, Luca Vitali inizia a giocare la sua pallacanestro, detta i ritmi e colpisce da 3 al 25’ (41-44) ed ecco che arriva il fallo numero 4 per Peak che lo aveva ben limitato. Ramagli capisce la situazione critica e parla ai suoi. Hamilton prima porta i bresciani sul +6 (43-49) poi commette un’ingenuità con un antisportivo che dà linfa ai biancorossi che con un 5/5 nei liberi rimette il naso avanti sul 50-49. Il fighter Della Rosa la sospinge, dai 6,75 firma il 54-51 che infiamma il PalaCarrara ma Sacchetti ricuce. Equilibrio esasperato, Pistoia prova la fuga con zampata al 38’ con Kerron Johnson (70-65). Nel finale gli errori di Vitali e le due perse di Abass danno un buon margine alla Oriora che forse tira i remi in barca. Il siluro di Hamilton a 9” mette i brividi, recuperando palla sulla rimessa Vitali e lo stesso Hamilton avrebbero l’occasione del pareggio ma la sprecano. Gli uomini di Diana non riescono in questo campionato a vincerne due di fila e lasciano sempre punti in volata.

Pistoia: Auda 16, D. Johnson 15, Peak 14, K. Johnson 12.

Brescia: Hamilton 11, Vitali e Abass 10.

 Filippo Laico 

© riproduzione riservata


https://www.gazzetta.it/rss/home.xml

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi