Philadelphia non si tira indietro: ‘Sì, siamo da titolo’ – La Gazzetta dello Sport


I Sixers presentano Harris, Horford e gli altri colpi di un mercato da cui escono convinti di essersi rinforzati nonostante l’addio di Butler. Patron Harris: “Pronti per il salto di qualità”

Quella che avrebbe potuto essere una offseason decisamente deludente per i 76ers, post “fuga” di Jimmy Butler, ha ben presto cambiato direzione e ora Philadelphia sprizza fiducia e ambizione da tutti i pori. Alla fine il sacrificio di Butler ha portato nella città dell’amore fraterno un giocatore prezioso e affidabilissimo sui due lati del campo come Josh Richardson. Elton Brand poi ha raggiunto l’accordo per il ricco rinnovo con Tobias Harris (quinquennale da 180 milioni), assicurandosi anche l’esperienza e la leadership di Al Horford.

ambizioni

—  

I 76ers così si presentano ai nastri di partenza della prossima stagione con grandissime ambizioni, consci anche del fatto che sia Toronto sia Milwaukee in questa offseason hanno perso per strada pedine importanti. “La dirigenza ha davvero lavorato benissimo nella offseason – apre l’incontro con i media il proprietario dei 76ers Josh Harris -. Siamo pronti per il salto di qualità, questo gruppo non solo è in grado di guadagnarsi l’amore dei nostri tifosi ma anche di competere per il titolo già dalla prossima stagione”. Non si nascondono quindi i 76ers, convinti di aver fatto passi da gigante, con le acquisizione estive, soprattutto dal punto di vista difensivo. “Non potrei essere più felice della mia scelta – sottolinea l’ex Celtics Al Horford, preso con un quadriennale da 109 milioni di dollari -. Ho ricevuto diverse offerte, dopo aver effettuato l’opt-out da Boston, ma mi ha sinceramente sorpreso il fortissimo interesse di Philadelphia. Adesso questa squadra può contare su un gruppo solido e talentuoso. L’approccio difensivo a mio avviso sarà fondamentale per raggiungere i traguardi che ci siamo prefissi”.

fattore umano

—  

Gongola Elton Brand: dopo un problematico inizio di mercato è andato anche oltre le previsioni, regalando a coach Brown una gruppo in grado di dare filo da torcere a tutti a Est. “Siamo riusciti ad assicurarci non solo eccellenti giocatori, ma anche uomini dalle spiccate doti caratteriali – sottolinea il General Manager dei 76ers – Ora sono convinto che questa squadra possegga il DNA per poter giocare per il titolo”. Con l’addio di Butler Tobias Harris, reduce dal ricco rinnovo, acquisirà un ruolo più importante a livello offensivo. Cosa decisamente gradita all’ex Clippers . “Nella scorsa stagione sono arrivato a febbraio e il mio unico obiettivo è stato quello di inserirmi il meglio possibile in un gruppo nuovo – dice Harris -. Adesso so che lo staff tecnico mi chiederà cose diverse. Avrò più opportunità in attacco e potrò mostrare parte del mio repertorio che i tifosi di Philadelphia ancora non conoscono. La cosa importante adesso sarà trovare la chimica giusta, questa squadra ha tutto per competere per il titolo”. Di sicuro a Philadelphia nessuno si nasconde, le ambizioni di questi 76ers sono chiare. La Eastern Conference è avvisata.


https://www.gazzetta.it/rss/home.xml

www.lorodipulcinellabolzano.it

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi