Modric è infuriato con Florentino Perez e Zidane ed è tutta colpa di… Hazard – Il Posticipo


Luka Modric è sicuramente un calciatore straordinario, su questo non ci piove. Tutti lo vorrebbero, ma ce l’ha solo il Real Madrid, che gli ha recentemente rinnovato il contratto, riconoscendogli un adeguamento dello stipendio da urlo. Nonostante il Pallone d’Oro vinto e tutti gli altri riconoscimenti individuali, però, a Madrid è stato spesso detto che il croato sembra essersi adagiato sugli allori e in questa stagione non è riuscito a far girare la squadra come era abituato a fare. Il rinnovo aveva smorzato un po’ le voci di mercato attorno al croato ma ora, sembra che stiano per tornare all’assalto più forti di prima: gli interisti possono tornare a sperare grazie a… Eden Hazard.

COLPA DI HAZARD – Stando a quanto riporta il quotidiano Diario Gol, il centrocampista della nazionale croata si sarebbe infuriato con Florentino Perez e Zidane perché nelle presunte trattative con Eden Hazard avrebbero garantito al belga che indosserà la maglia numero 10 delle Merengues. Per questo non ci sarebbero problemi, se quella maglia non fosse proprio di Luka Modric che senza quell’importante numero dietro le spalle non sembra aver intenzione di giocare. La richiesta della numero 10, a quanto pare, non dipende nemmeno dal solo Eden Hazard. Potrebbe esserci anche lo zampino dell’Adidas, per motivi di immagine e di marketing.

INDICAZIONI PER MAROTTA – Un’indicazione in più per Marotta e collaboratori, a quanto pare: oltre alle presumibilmente complesse trattative economiche con Florentino Perez, i dirigenti nerazzurri dovranno chiedere a Lautaro Martinez di abbandonare il numero 10 se vorranno avere qualche speranza in più di ottenere la firma del campione croato sul contratto. Numeri a parte, riporta la stessa fonte che Modric avrebbe già chiesto al proprio agente di organizzargli un colloquio con lo staff del Real Madrid e che sarebbe addirittura disposto a ridursi lo stipendio per cambiare aria. Certo è che un campione del genere non sarà facile da accontentare anche per l’Inter, ma se i meneghini dovessero riuscire a portarlo a casa, il Real potrebbe auto-condannarsi a un’altra stagione d’assestamento dopo aver perso un altro uomo-chiave. Proprio com’è successo quest’anno dopo l’addio di CR7.




https://www.gazzetta.it/rss/home.xml

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi