Milan, occhio ai ragazzini terribili: Kabak e Theo hanno il sangue caldo – La Gazzetta dello Sport


Il centrale turco ha già messo in mostra personalità e spirito guerriero, il terzino francese deve limitare qualche eccesso dentro e fuori dal campo

Ozan Kabak e Theo Hernandez. Due nomi che il Milan ha evidenziato sul taccuino alla voce “possibili acquisti estivi” e che rispondono all’identikit tracciato dall’a.d. Ivan Gazidis a proposito del mercato: sono giovani, hanno margini di crescita interessanti e non costano una follia. Per liberare il centrale turco dallo Stoccarda appena retrocesso dalla Bundesliga c’è una clausola da 15 milioni (ma va battuta la concorrenza del Bayern), mentre il terzino francese potrebbe lasciare il Real Madrid per meno di 20.

Ozan Kabak

—  

Delle caratteristiche tecniche del 19enne Kabak si sa già abbastanza: buon marcatore, discreta impostazione col destro, gran saltatore pericoloso anche nell’area avversaria. Anche il cammino che l’ha portato così velocemente alla ribalta internazionale è cosa nota, vista la fiducia che Fatih Terim gli ha concesso subito al Galatasaray prima del trasferimento in Germania quest’anno. Il carattere, però, è tutto da scoprire. Ed è quello di un guerriero. Dopo la retrocessione dello Stoccarda, sancita dal playout perso con l’Union Berlino, ha postato una sua voto col volto insanguinato e una fasciatura alla testa, frutto di uno scontro di gioco. Il senso: abbiamo dato tutto, non è bastato. E sui suoi profili si sprecano le foto di Mustafa Kemal Ataturk, eroe della resistenza ottomana nel 1915. Personalità già chiara e definita, insomma.

Theo Hernandez

—  

Theo Hernandez, due anni in più di Kabak, ha invece bisogno di rimettere il piede sull’acceleratore, se vuole continuare a seguire le orme del fratello Lucas, campione del mondo coi Bleus nel 2018. Prodotto del vivaio dell’Atletico e cliente fisso delle selezioni giovanili della Francia, sembrava aver già spiccato definitivamente il volo al momento dell’approdo al Real Madrid (24 milioni il costo del cartellino nel 2017). Il prestito alla Real Sociedad nella scorsa stagione, però, non ha dato ai blancos l’impressione di aver trovato un degno erede di Marcelo nel ruolo di terzino sinistro. Questo anche per via di qualche eccesso in campo e fuori: maxi-squalifica lo scorso settembre per uno schiaffo a un avversario durante una partita col Huesca e la tendenza a incappare in qualche “ragazzata” di troppo tra Madrid e San Sebastian.


https://www.gazzetta.it/rss/home.xml

www.lorodipulcinellabolzano.it

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi