la donna colpita dalla palla di Koepka perder la vista da un occhio


Koepka con la donna colpita

Koepka con la donna colpita

Perder la vista dall’occhio destro Corine Remande, 49 anni, colpita da un colpo dal tee di Bruce Koepka durante la Ryder Cup al Golf National di Parigi. Corine e il marito Raphael, appasionatissimi di golf, sono partiti dall’Egitto per seguire la biennale sfida tra Europa e Stati Uniti ma invece che godersi festa e spettacolo, la donna stata suo malgrado protagonista quando un colpo a sinistra dal tee della 6 del potente americano, l’ha colpita all’occhio.

CAUSA- Ora Corine e il marito faranno causa all’organizzazione della Ryder poich nessuno dei marshall e degloi addetti al percorso hanno avvisato che la palla era fuori traiettoria e poteva colpire qualcuno: “Il giocatore stato gentile, venuto subito a vedere come stessi e ho cercato di tranquillizzarlo affinch non perdesse la concentrazione, ma nessuno degli organizzatori si premurato di avvisare che la palla poteva finire tra la gente. E anche adesso nessuno si fatto sentire”.


FUTURO – La donna, subito portata all’ospedale oftalmico di Parigi, vuole chiedere attraverso i suoi legali che gli organizzatori parigini si prendano carico delle spese mediche. La risonanza magnetica ha rivelato la frattura dell’orbita destra e l’esplosione del bulbo oculare: “I chirughi hanno ridotto la frattura e cercato di salvare almeno il bulbo oculare ma mi hanno detto che non potr pi vedere nulla dall’occhio destro. Con un po’ di fortuna, quando gli ematomi si saranno riassorbiti potr vedere delle ombre”.

 Gasport 

© riproduzione riservata


https://www.gazzetta.it/rss/home.xml

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi