Knicks, sfumato Zion ora l’obiettivo è su Durant e Irving – La Gazzetta dello Sport


Dopo 20 anni di delusioni e l’addio di Porzingis, i tifosi di New York aspettano il mercato della svolta: le terza scelta potrebbe tentare i Pelicans per Anthony Davis, ma il sogno è una accoppiata con l’ala di Golden State e il play di Boston

Calibrare le aspettative per una tifoseria come quella newyorchese non e’ mai facile. Quando poi ci sono i Knicks di mezzo, in un contesto da “all-in”, post trade di Kristaps Porzingis e di un’altra annata con un record disastroso, il tutto va moltiplicato all’ennesima potenza. Così non centrare la prima scelta assoluta, cosa statisticamente comunque improbabile (14% delle possibilità), viene vissuto dalla maggior parte dei fan della franchigia newyorchese come un campanello d’allarme. E se l’estate delle grandi promesse si rivelasse l’ennesimo flop?

Ipotesi Davis

—  

Svanito il sogno Zion un certo scoramento sembra legittimo ma la dirigenza continua a mostrare grande ottimismo. La terza scelta al draft di giugno significa comunque, salvo clamorosi quanto inaspettati sviluppi, un giocatore decisamente interessante come RJ Barrett e con la stella di Duke la dirigenza newyorchese vuole provare anche a mettere pressione a David Griffin e ai Pelicans. L’idea resta quella di presentare un allettante package a New Orleans, che includerebbe oltre alla terza scelta assoluta, futuri pick e giocatori come Kevin Knox e Mitchell Robinson, nel tentativo di portare nella Grande Mela Anthony Davis. Basterà per convincere la dirigenza dei Pelicans? Difficile a dirsi in questo momento, molto dipenderà dalla volontà dello stesso Davis, il quale sembra sempre intenzionato a lasciare Nola nonostante l’arrivo in città di Zion Williamson il prossimo 20 giugno, e dall’offerta dei Celtics i quali, con gli asset che posseggono, sembrano sempre potenzialmente in pole position nella corsa a Davis.

Sogno Durant-Irving

—  

Dal primo luglio poi l’attenzione sarà focalizzata sul mercato, con la consapevolezza da parte della dirigenza dei Knicks, di non poter assolutamente steccare, soprattutto dopo aver sacrificato una pedina importantissima come Porzingis. I rumor, e perfino i bookmaker di Las Vegas continuano a dare percentuali decisamente incoraggianti al sogno Kevin Durant per i tifosi di New York. E poco importa se proprio mercoledì l’agente del giocatore abbia messo freno alle speculazioni con dichiarazioni peraltro abbastanza scontate in questo momento. “Kevin e’ ancora indeciso al 100% – sostiene Rich Kleiman – questa e’ la verità”. Parole di circostanza? Probabile, ma chi tra i tifosi newyorchesi cercava un’altra ragione per mostrare scetticismo e’ stato accontentato. La sostanza comunque non cambia, i Knicks restano in prima fila non solo per KD ma anche per un secondo free agent di primissimo piano che potrebbe essere Kyrie Irving, il quale però starebbe strizzando l’occhio anche ai Nets, la squadra per la quale tifa fin da bambino. Portare al Garden a luglio la coppia Durant-Irving cambierebbe naturalmente tutte le prospettive per una franchigia abbonata alle delusioni negli ultimi 20 anni e regalerebbe finalmente ai fan dei Knicks una squadra potenzialmente pronta per giocarsi le sue carte a Est. Il destino del club si deciderà i primi di luglio in quella che senza dubbio sembra destinata a diventare la offseason più’ importante della recente storia della franchigia.


https://www.gazzetta.it/rss/home.xml

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi