Italia leader nel mondo per il riciclo di carta e cartone: 3,3 milioni di tonnellate


L’Italia è leader in Europa per il riciclo di carta e cartone. Un risultato che vede protagonisti prima di tutto i cittadini che, grazie alle loro scelte, sono in grado di determinare il successo della filiera in un processo industriale in cui il rifiuto diventa una risorsa. Come ricorda nel XXIII rapporto annuale Comieco (il Consorzio nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica nato nel 1985 dalla volontà di un gruppo di aziende del settore cartario interessate a promuovere il concetto di «imballaggio ecologico»), nel 2017 nel nostro Paese sono state raccolte quasi 3,3 milioni di tonnellate di carta e cartone, oltre 54 chilogrammi per abitante. Con 10 tonnellate di macero riciclate al minuto l’Italia si conferma leader in Europa per il riciclo di carta e cartone. Già oggi l’industria cartaria ricicla 10 tonnellate di macero al minuto, ma la richiesta di materia prima seconda potrebbe aumentare di 1,2 milioni di tonnellate grazie all’apertura di nuovi impianti produttivi.

Per sensibilizzare sul tema del riciclo e raccontare l’importanza e le potenzialità del riciclo informando sulle modalità di una corretta raccolta differenziata di carta e cartone, torna «Carta al Tesoro», l’iniziativa nata per coinvolgere le persone in modo divertente, attraverso un gioco a squadre. La caccia al tesoro porterà i concorrenti a raggiungere diverse tappe in luoghi legati alla tematica del riciclo e della raccolta differenziata e ad affrontare quiz e altre prove per superare i diversi «checkpoint». La partecipazione è gratuita e aperta ad adulti e bambini. In palio in ciascuna città buoni spesa del valore di 1.500, 1000 e 500 euro rispettivamente per il primo, il secondo e il terzo classificato.

Quest’anno la manifestazione si sviluppa in tre appuntamenti: il 9 marzo a Napoli, il 16 marzo a Bari e il 23 marzo a Bologna, in collaborazione con i tre Comuni delle città coinvolte e con le aziende Asia Napoli, Amiu Puglia, Gruppo Hera, che curano l’attività di raccolta e avvio al riciclo dei prodotti a base cellulosica rispettivamente nelle città di Napoli, Bari e Bologna. «I margini di miglioramento sono ancora ampi, soprattutto per quanto riguarda la qualità della raccolta, un fattore essenziale per rendere ancora più efficiente il ciclo del riciclo. Per questo è importante informare nel modo più corretto e incisivo possibile i cittadini, che rappresentano l’anello fondamentale di una catena virtuosa», spiega Carlo Montalbetti, direttore generale di Comieco.

5 marzo 2019 (modifica il 5 marzo 2019 | 18:54)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/ambiente.xml

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi