gara-1 a Valencia e Alba Berlino


Luke Sikma, 29 anni, lungo dell’Alba Berlino. Afp

Luke Sikma, 29 anni, lungo dell’Alba Berlino. Afp

Tutto secondo copione nelle gare-1 di semifinale di Eurocup. Valencia ha continuato la sua marcia trionfale (tredicesima vittoria consecutiva, l’ultimo k.o. risale al 6 novembre in casa del Villeurbanne) piegando Kazan, mentre l’Alba Berlino ha piegato Andorra. Entrambi i match sono stati però molto equilibrati.

VALENCIA-UNICS KAZAN 69-64 (serie 1-0)
Pronostico rispettato al Pabellon Fuente De San Luis, dove Valencia ha centrato l’ennesima vittoria stagionale (il bilancio complessivo in Eurocup è 17-2) non però senza faticare, vedendosi costretta a rimontare da -8, con un quarto periodo che ha visto 5 sorpassi e 2 pareggi prima che Will Thomas spegnesse le velleità dei russi. Per gli spagnoli 14 punti a testa per Fernando San Emeterio e Mike Tobey, con 13 di Matt Thomas. Miglior realizzatore per gli ospiti, il solito Errick McCollum con 16 points, 11 per l’ex romano Melvin Ejim. Partita dominata dalle difese, che hanno tenuto gli attacchi a percentuali basse su azione. L’Unics, che prima di mercoledì aveva il 39.3% da tre, ha chiuso con 4/21 (19%), con un 10/15 ai liberi che ha solo peggiorato le cose. Domani alle 17 italiane gara-2 a Kazan, dove l’Unics non ha mai perso in coppa.



ALBA BERLINO-ANDORRA 102-97 (serie 1-0)
L’Alba Berlino ha superato quota 100 punti realizzati in stagione per la sesta volta e grazie ai 27 punti, 7 rimbalzi e 6 assist di Luke Sikma (figlio del mitico Jack “The Hammer” dei Seattle Sonics) e ai 18 con 9 assist dell’ex casertano Peyton Siva ha respinto l’assalto di Andorra. C’è voluto però un gioco da tre punti di Martin Hermannsson per chiudere i conti contro il Morablanc, mai arrivato nella sua storia così avanti in Eurocup, capace di risalire da -19 a -2 nell’ultimo minuto. Per gli ospiti, il top scorer è stato David Jelinek con 16 punti, mentre Andrew Albicy ha contribuito con 14 e 12 assist. I tedeschi sono andati al riposo con la bellezza di 59 punti a referto, record di squadra (superati i 58 del precedente, quello assoluto della competizione restano i 67 del Budcunost Podgorica nel 2° tempo col Paok Salonicco nella stagione 2004-05. Domani Andorra in casa, dove è imbattuta quest’anno in Eurocup, ha la chance per portare la serie alla bella, che si giocherebbe mercoledì prossimo a Berlino.


https://www.gazzetta.it/rss/home.xml

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi