Europei pista lunga, Lollobrigida show E’ seconda nella allround


Francesca Lollobrigida, 27 anni, in azione. Ap

Francesca Lollobrigida, 27 anni, in azione. Ap

Una Lollo da urlo: Francesca Lollobrigida onora al meglio la possibilit di gareggiare in casa e dopo la prima giornata degli Europei in pista lunga di Collalbo, sull’altopiano di Renon, splendida seconda nella classifica allround, la pi tradizionale e ricca di fascino. La 27enne frascatana, sull’anello altoatesino all’aperto baciato da uno splendido sole, super terza sia nei 500, sia nei 3000. Nel primo caso, pur rischiando di cadere scomponendosi poco prima del traguardo, con il personale di 39”56 (un progresso di 25/100 su quanto ottenuto a Inzell in ottobre). Nel secondo, sfruttando al meglio la serratissima sfida in batteria con la russa Natalia Voronina, alla fine preceduta di 2/100, in 4’11”28. In entrambi i casi a imporsi l’olandese Antoinette De Jong, in 39”19 e in 4’08”07.

caccia al podio
La 23enne orange, argento e bronzo olimpico in carica nell’inseguimento a squadre e nei 3000, con 80.535 punti, guida naturalmente la generale, con l’azzurra a 0.905 (81.440) e la grande Ireen Wust, altra olandese, “saltata” nei 3000 (settima), a 1.620 (82.155). Seguono poi la ceca Martina Sablikova con 82.320 (ferma all’11 posto nei 500) e la stessa Voronina con 82.643. Wust e Sablikova, insieme, hanno vinto dieci degli ultimi undici ori, cinque a testa. Domani, nella seconda e ultima giornata della specialit, sperare in un podio della Lollobrigida non sar impossibile. La pattinatrice dell’Aeronautica, pronipote della grande attrice Gina, tra 1500 (dalle 11.05) e 5000 (dalle 13.05), nel caso conquisterebbe una medaglia che al movimento tricolore, dal 1970 (anno dell’esordio della gara al femminile), sempre stata negata. Per lei, interprete regina della Mass Start con un prestigioso curriculum anche su rotelle, la conferma di un definitivo salto di qualit che, dopo le delusioni dei Giochi di PyeongChang 2018, potr portarla lontana.


gli uomini
Intanto, con il primo 500 e il primo 1000, cominciata anche la gara sprint maschile. Guida l’olandese Kai Verbij (69.715) con David Bosa 11 con 71.685 (5 nei 500 in 35”61 e 15 nei 1000 in 1’12”17) e Mirko Nenzi 15 con 72.120 (15 nei 500 in 36”45 e 12 nei 1000 in 1”11”34). Domani le repliche. Con anche la prima giornata dell’allround maschile (500 e 5000), con l’olandese Sven Kramer a caccia addirittura del decimo titolo e Andrea Giovannini, insieme a Davide Ghiotto e all’esordiente Gabriele Galli, a cercare di tenere alta la bandiera tricolore. Nella sprint femminile (primo 500 e primo 1000) in gara Noemi Bonazza. L’Italia, intanto, ha gi vinto: lo scenario e l’organizzazione, a Collalbo, sono da record.

 Gasport 

© riproduzione riservata


https://www.gazzetta.it/rss/home.xml

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi