Difesa e panchina: così Toronto fa 2-2 con Milwaukee – La Gazzetta dello Sport


Finale a Est in parità dopo la seconda vittoria di fila dei Raptors, un 120-102 firmato dalla panchina e dall’aver di nuovo limitato Antetokounmpo

Trasformare le proprie debolezze in punti di forza è straordinario. Toronto ci è riuscita, e la ricompensa è aver riportato in parità, 2-2, la finale di Eastern Conference col dominante 120-102 che vale gara-4. In una partita in cui Kawhi Leonard ha giocato con una gamba sola, riuscendo comunque ad essere importante con 19 punti e canestri pesanti, sono stati gli altri, quelli che fino alla seconda partita con Milwaukee avevano costretto Kawhi ad essere straordinario, a fare la differenza. Soprattutto la panchina, fin qui anello debole dei Raptors ed esplosa invece con 48 punti (tutti firmati dagli straordinari Serge Ibaka, Norman Powell e Fred VanVleet), e la difesa, capace di trasformare di nuovo il dio greco Giannis Antetokounmpo in comune mortale. “Questo modo di giocare, di gruppo, è più simile a quello che abbiamo fatto durante la regular season, nelle 22 partite senza Leonard. Sappiamo come fare senza di lui, lo abbiamo solo riscoperto” ha chiosato coach Nick Nurse.

La rinascita

—  

Toronto ha vinto perché si è riscoperta gruppo: 6 giocatori in doppia cifra, 32 assist, la palla che gira sempre nel modo giusto facendo impazzire gli oltre 20.000 della Scotiabank Arena e i molti di più che hanno trasformato Jurassik Park (la piazza fuori dal palazzo dove vengono le partite vengono proiettate su un maxi schermo) in un meraviglioso stadio a cielo aperto. Kawhi (l’infortunio alla gamba sinistra non preoccupa) ha avuto una mano principalmente da Kyle Lowry (25 punti) e Marc Gasol (17 punti e 7 assist), con lo spagnolo fondamentale col suo fosforo. Ibaka è stato devastante, bravissimo a metterci fisico e prepotenza vicino a canestro. Powell è stato il tiratore (18 tentativi, di cui 13 da tre, più di tutti tra i canadesi) di cui Toronto aveva bisogno, l’intelligenza di VanVleet il motivo per cui Toronto ha retto anche quando Kawhi era a tirare il fiato. Per i momenti difficili poi c’è sempre Leonard, 19 punti di cui 10 nel primo quarto per ricacciare indietro l’unico vero tentativo di rimonta di Milwaukee.

Il flop

—  

I Bucks hanno perso perché Antetokounmpo (25 punti e 10 rimbalzi) è stato ancora una volta umano, ingabbiato dalla straordinaria difesa di Toronto. Come capitato a Leonard nelle prime due partite, il greco non ha praticamente avuto aiuto. Milwaukee ha trovato il miglior Khris Middleton della serie (30 punti), ma oltre ai due All Star l’unico altro Bucks in doppia cifra è Nikola Mirotic, 11 punti. Gli altri hanno tutti fatto scena muta, con Eric Bledsoe (5 punti con 2/7 al tiro in gara-4, 11/45 dal campo nella serie) preoccupante per quanto non riesca ad incidere. Persino la panchina, per tre partite l’ancora di salvezza di Milwaukee, ha girato a vuoto, surclassata 48-23. “E per la prima volta la difesa non è andata nemmeno vicina a fare quello che serve per farci vincere” ha sottolineato coach Budenholzer.

La partita

—  

Dopo una sparata iniziale dei Bucks, merito del fisico di Antetokounmpo, Toronto prende il controllo con un 13-0 a cavallo dei primi due quarti che Ibaka chiude sul 41-31 a 10’ dal riposo, dove i canadesi arrivano sul 65-55 nonostante 10 punti di Middleton nel periodo. Gasol da fuori fa 76-62 a 8’07” dalla terza sirena: i Bucks dimezzano subito lo svantaggio, ma Kawhi con 10 punti nel periodo lancia i Raptors al 94-78 che Powell firma a 35” dalla sirena. E’ ancora la panchina, in avvio di ultimo quarto, a chiudere i conti: prima VanVleet, poi Powell fanno lievitare il divario oltre i 20 punti. E costringono Milwaukee ad arrendersi. Toronto ha premuto il pulsante reset sulla serie: si riparte giovedì a casa Bucks, dal 2-2, con Antetokounmpo e compagni che hanno perso le loro certezze e i Raptors che le hanno ritrovate.

Toronto: Lowry 25 (3/4 da due, 3/7 da tre, 10/10 tiri liberi), Leonard 19, Powell 18. Rimbalzi: Ibaka 13. Assist: Gasol 7.

Milwaukee: Middleton 30 (7/8, 4/7, 4/5 tl), Antetokounmpo 25, Mirotic 11. Rimbalzi: Antetokounmpo 10. Assist: Middleton 7.


https://www.gazzetta.it/rss/home.xml

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi