Chievo, Cesar gol nel match triste. Ma basta per il Best value player


Il gol di Cesar in Chievo-Napoli. LaPresse

Il gol di Cesar in Chievo-Napoli. LaPresse

Quasi come uno scherzo del destino, nella partita che ha sancito l’aritmetica retrocessione in Serie B con sei giornate d’anticipo del Chievo, dopo undici stagioni in A, a segnare la rete della bandiera nell’1-3 contro il Napoli è stato Bostjan Cesar; uno dei pilastri della squadra gialloblù che dal 2010 ha lottato e sgomitato per evitare gli inferi della retrocessione. E proprio nell’annata in cui il centrale sloveno ha visto il campo col contagocce e la panchina con continuità, solo 8 presenze in campionato, il Chievo ha visto sgretolarsi le sue speranze di salvezza. Domenica sera, Cesar è sceso in campo con la fascia da capitano stretta al braccio e ha onorato quei colori che difende da una vita andando a gonfiare la rete del Bentegodi col suo piatto forte: una poderosa zuccata di testa, senza neanche bisogno di saltare, che ha trafitto Ospina e ha permesso al Chievo di tornare al gol dopo tre partite di digiuno. Una rete che ha consentito a Cesar di trionfare nel Best Value Player della 32a giornata di campionato, succedendo a Pisacane, Demiral e Rogerio. A 36 anni il ragazzone di Lubiana non sembra intenzionato ad appendere gli scarpini al chiodo. Anzi, nonostante il contratto in scadenza a giugno, vuole legarsi ancor di più ai colori e alla storia del Chievo e tentare subito la risalita in Serie A, come lui stesso ha dichiarato dopo il k.o. contro il Napoli: «Amo questa società e a Verona mi sono sempre trovato bene. A fine stagione vedremo, ma io sono contento qui e vorrei rimanere».

LA CLASSIFICA Cesar ha regalato a quei fortunati o intuitivi fantallenatori un «11» di Magic voto che gli ha permesso, con un totale di 2,17 di indice BVP, di portarsi in vetta alla classifica del Best Value Player di giornata. Lo sloveno ha battuto la concorrenza del calciatore del Frosinone Francesco Cassata, in gol contro l’Inter e con un «10» di Magic voto. A fare inoltre la differenza sono stati l’Indice Gazzetta, 5,1 per il difensore e 5,4 per il centrocampista, e la Quotazione Magic, 3 per lo sloveno rispetto ai 5 del ragazzo di proprietà del Sassuolo, che ha totalizzato 1,85 di indice BVP. Al terzo posto, chi il Chievo di Cesar lo ha abbattuto con una sorprendente doppietta: Kalidou Koulibaly che, nonostante il «16» di Magic voto non è riuscito a conquistare la vittoria per la differenza di qualità del suo Napoli rispetto ai gialloblù e per la sua elevata quotazione al fantacalcio.


I VIDEO DI GAZZETTA TV

 Emanuele Catone 

© riproduzione riservata


https://www.gazzetta.it/rss/home.xml

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi