Caro CR7, ho vinto tutto, ma grazie a Traoré, Di Lorenzo e… il fattore C! – La Gazzetta dello Sport


Avevo preso Cristiano quasi senza volerlo, mi sono portato a casa coppa e campionato, ma grazie a sorprese e un pizzico di fortuna

Marco Guidi

Eccoci qui. Ci eravamo lasciati a settembre, dopo quell’asta incredibile in cui mi ero ritrovato Cristiano Ronaldo quasi senza volerlo. Bene, nove mesi dopo ho vinto tutto. Coppa e campionato, nonostante CR7 mi abbia mollato proprio sul più bello. No, caro Cristiano, non sei il primo che ringrazio. Il mio grazie va innanzitutto a Traoré e Di Lorenzo, clamorosi innesti di febbraio. Vederli tristi dopo Inter-Empoli per una retrocessione difficile da digerire, mentre facendo i conti maturava il mio Magic double, mi ha lasciato un po’ così: il calcio non è fantacalcio. Anche se spesso è ingiusto allo stesso modo.

Fortuna

—  

Già perché per una volta, a memoria la prima volta da quando gioco, vinco un fantatorneo senza avere la miglior somma punti. Sarei dovuto finire secondo. E all’ultima giornata ho fatto 66 punti, vincendo 1-0 contro un avversario ridotto addirittura in 8, dopo aver temuto di giocare senza portiere (grazie Semplici per aver schierato Viviano!) ed essere esploso per il gol di Traoré. Sì, mi è andata decisamente bene: io primo con 62 punti, Michele secondo a 61, Roby terzo a 60, Ale quarto a 59. Che finale pazzesco!

momenti

—  

È stata una stagione avvincente. Sempre tra le prime, con il sorpasso all’ultimo respiro. Ma ci sono stati anche momenti duri. Come quando nel mercato di riparazione ho perso Boateng e Zajc nel giro di poche ore. Una mazzata. Ho pescato però bene tra i rimasugli: non tanto con Paquetà, ma sorprendentemente con Di Lorenzo, Traoré, Vecino, Caicedo… Tutti hanno messo il loro mattoncino nella costruzione della casa. Anche e soprattutto quando Ronaldo è scomparso dai radar. Dal 16 febbraio al 26 maggio, tra infortuni, turnover per la Champions e partite un po’ così, Cristiano mi ha regalato appena due gol e un assist. Ecco perché l’uomo simbolo del mio fanta-trionfo non può essere lui. Così come Milinkovic, deludente e a tratti irritante. Chi scegliere allora? Forse “Kulovic”…

La squadra campione

—  

Trentasei giornate, 62 punti, 2675 fanta punti (media 74,3). Ecco la mia rosa al completo, dopo il mercato invernale che mi ha privato di Gomis, Miranda, Caldara, Boateng, Zajc, Favilli, Castillejo.

PORTIERI Sepe (Parma), Viviano (Spal), Sorrentino (Chievo).

DIFENSORI Izzo (Torino), Albiol (Napoli), Criscito (Genoa), Gagliolo (Parma), Ceppitelli (Cagliari), Di Lorenzo (Empoli), Andersen (Sampdoria), Rugani (Juventus).

CENTROCAMPISTI Milinkovic (Lazio), Joao Pedro (Cagliari), Paquetà (Milan), Vecino (Inter), Locatelli (Sassuolo), Traoré (Empoli), Stulac (Parma), Giaccherini (Chievo)

ATTACCANTI C. Ronaldo (Juventus), Belotti (Torino), Kouamé (Genoa), Caicedo (Lazio), Lasagna (Udinese), Palacio (Bologna).


https://www.gazzetta.it/rss/home.xml

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi