Caos BluTec, era già pronto l’accordo con i cinesi: «Investiamo 50 milioni, firmiamo davanti a Xi Jinping»



Poco prima degli arresti di martedì del patron di BluTec, Roberto Ginatta, e dell’amministratore delegato dell’ex Fiat di Termini Imerese, Cosimo Di Cursi, l’azienda trattata un’intesa con il produttore cinese di auto elettriche Jiayuan. Ecco il documento



http://xml2.corriereobjects.it/rss/economia.xml

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi