Atalanta, Malinovskyi a un passo. Il Parma su Barrow, ma è muro Dea: “Non si muove” – La Gazzetta dello Sport


Possibile la stretta di mano con il Genk per il nazionale ucraino sulla base di 13-14 milioni di euro. Proposto Simone Zaza ma per il momento non è una priorità di Gasp

A Bergamo hanno ricominciato a correre. Sul campo (ieri il via della stagione con la prima sgambata a Zingonia e la partenza in serata per il ritiro di Clusone) e sul mercato. Fatta da tempo per Pasalic e Muriel, Gasperini attende almeno altre due pedine di pari livello rispetto ai titolari: un attaccante e un centrocampista di qualità e quantità. E qui, le ultimissime (ri)portano a Ruslan Malinovskyi, nuovamente vicino ai colori nerazzurri.

la dea in pole

—  

Dopo un primo approccio con il Genk e il successivo muro dettato dalla richiesta di 20 milioni di euro, i Percassi hanno optato per la carta della pazienza, lasciando all’entourage del nazionale ucraino (classe ’93) il compito di sbloccare la trattativa. Mossa vincente che ha “ammorbidito” la posizione del club belga, facendo leva sulla volontà del ragazzo di misurarsi in Serie A: a questo punto, possibile la “stretta di mano” entro la fine della prossima settimana sulla base di 13-14 milioni (ancora da valutare l’aggiunta di una percentuale su un’eventuale vendita futura). Resiste l’interesse della Sampdoria, ma allo stato attuale la Dea è in pole position.

Barrow e Zaza

—  

Da una possibile entrata a una potenziale cessione. Ovviamente in prestito, perché nessuno a Bergamo ha intenzione di rinunciare definitivamente a Barrow. Ieri mattina, nell’incontro a Zingonia tra il d.t. Sartori e il presidente del Parma Pizzarotti (accompagnato dal d.s. Faggiano) oltre a Kulusevski e Cornelius si è discusso anche del giovane gambiano, nel mirino di parecchie società (anche estere). Gli emiliani ci provano, chiara la risposta atalantina: “Per ora non si muove, serve un altro attaccante”. Non a caso, Musa ha chiuso le pratiche per ottenere il visto che gli consentirà di prendere parte alla tournée inglese al termine del ritiro in Valle Seriana. Infine, attraverso un intermediario, è stato proposto Simone Zaza del Torino: per il momento, l’ex Valencia non rappresenta una priorità di mister Gasperini.


https://www.gazzetta.it/rss/home.xml

www.lorodipulcinellabolzano.it

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi