Altre 4 vittime del maltempo Portofino isolata Strade allagate a Roma


Continua a crescere il numero delle vittime causate dall’ondata di maltempo che ha flagellato gran parte d’Italia: ieri altre due in Trentino Alto Adige e due in Valle D’Aosta. A Lillianes (Aosta), sulla strada regionale per Gressoney, un castagno caduto e ha schiacciato un’auto che stava passando: per Giuseppe Rosso, 74 anni, e Miriam Curtaz, di 73, non c’ stato scampo. In Trentino Alto Adige, ad Antermoia, morto Agostino Paratscha, 81 anni: era caduto mentre riparava il tetto di una malga. All’ospedale di Bolzano, invece, morto Josef Pedross, 53 anni: luned era rimasto ferito in un incidente stradale causato dal brutto tempo a Coldrano di Laces.

I disagi

Ieri il maltempo ha continuato a imperversare in Valle d’Aosta. A Cervinia si caduto almeno mezzo metro di neve (da domani, si apriranno le piste da sci). Imbiancate anche Cogne e Courmayeur. In Piemonte, il manto bianco nell’area metropolitana arrivato a 30 centimetri e i soccorsi hanno dovuto liberare le strade provinciali dagli alberi caduti. Piogge forti in Trentino, mentre in Friuli Venezia Giulia c’ stata una strage di alberi. Oggi a Tolmezzo il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, incontrer sindaci e governatore. In Veneto decine di migliaia di famiglie sono senza luce e, nel Polesine, in 100 mila sono senza acqua potabile. Osservati speciali sono il Piave e il Brenta, mentre il lago di Garda stato invaso da fango e legname.

Portofino isolata

Finalmente, migliorato il tempo in Liguria ma resta isolata, via terra, Portofino: stato chiuso il sentiero sul monte. Continuer il servizio di battelli per attenuare i disagi. Nel Centro, a Roma ci sono stati allagamenti: due fermate della Metro A e diverse strade sono state chiuse. Problemi anche al Sud: a Procida, per il vento, un aliscafo finito contro la banchina ma non ci sono stati feriti. A Palermo alcuni automobilisti, rimasti intrappolati nei sottopassi invasi dalla pioggia, sono stati liberati dai vigili del fuoco.

Gli allerta di venerd

Per oggi, la Protezione civile mantiene l’allerta rossa sui bacini montani e pedemontani del Veneto, mentre sar arancione sulle restanti zone. Stesso livello di allerta anche in Lombardia, sull’Appennino pavese, sulla costa Sud della Toscana, su Umbria, Lazio, Campania e su alcune aree di Abruzzo, Molise e Sicilia. Infine, per l’allerta meteo, niente lezioni nell’isola d’Elba e a Manciano, nel Grossetano.

2 novembre 2018 (modifica il 2 novembre 2018 | 09:25)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




FONTE UFFICIALE: CORRIERE.IT

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi