▷ Yasmeen Al Sharaf – Top 100 donne in Fintech 2019 – LATTICE80


yasmeen al sharaf top 100 donne in fintech 2019 lattice80 lattice80 - Yasmeen Al Sharaf - Top 100 donne in Fintech 2019 - LATTICE80 - LATTICE80

Questa intervista fa parte di una serie di interviste con leader femminili di Fintech a livello globale. LATTICE80, in collaborazione con Miss Kaya , ha recentemente pubblicato la nostra Top 100 Women nella lista Fintech 2019. Lo sforzo riflette i nostri sforzi per l’empowerment e il sostegno delle donne in un settore in cui le donne continuano a essere sottorappresentate. Controlla qui l’elenco completo per il 2018 .

Miss Kaya è una piattaforma finanziaria orientata allo stile di vita per la donna moderna che mira a metterli in grado di ritagliarsi la propria libertà finanziaria attraverso strumenti finanziari tecnologicamente potenziati. La missione è fornire alle donne moderne a livello globale il supporto, le risorse e la comunità di cui hanno bisogno per vivere lo stile di vita che desiderano.

Dichiarazione di non responsabilità: le interviste sono pubblicate su base continuativa e l’ordine con cui sono pubblicate non è rappresentativo di alcuna classificazione.

Questo articolo presenta un’intervista con Yasmeen Al Sharaf , direttore di Fintech & Innovation presso la Banca centrale del Bahrain .

1. Dicci di più su cosa fai e come ti sei trasferito in Fintech?

Attualmente dirigo la divisione FinTech & Innovation presso la Central Bank of Bahrain (“CBB”). Il nostro obiettivo principale è quello di facilitare un quadro normativo robusto e agile che promuova l’innovazione nel settore dei servizi finanziari. Allo stesso tempo, ci concentriamo a lavorare con i nostri partner strategici per creare un ecosistema FinTech nel Regno del Bahrain.

Il mio viaggio alla Central Bank of Bahrain (“CBB”) è iniziato 13 anni fa, dove ho trascorso i primi 11 anni all’interno della Direzione Licensing. Nel mese di ottobre 2016 sono stato nominato capo della divisione FinTech & Innovazione di nuova costituzione.

Durante il mio periodo presso la direzione delle licenze ho lavorato a stretto contatto con una vasta gamma di istituzioni finanziarie, sia locali che internazionali, che chiedevano una licenza di regolamentazione per iniziare a offrire i loro servizi finanziari all’interno e / o dal Regno del Bahrain. Ero responsabile della gestione delle richieste di banche (sia convenzionali che conformi alla Sharia), società di investimento, imprese assicurative, istituzioni del mercato dei capitali e società che forniscono servizi ausiliari al settore finanziario, intraprendendo approfondite verifiche di due diligence e analisi finanziarie sui loro modelli di business per garantire la piena conformità con i nostri requisiti normativi e che presentavano proposte commerciali fattibili. Inoltre, dovevo essere estremamente esperto del regolamento CBB e dei regolamenti finanziari, il che mi ha permesso di acquisire una grande quantità di conoscenze e abilità normative.

Tutto sommato, ho avuto il privilegio di acquisire la preziosa esperienza derivante dal mio lavoro e di avere l’opportunità di gestire le licenze di alcune delle più importanti istituzioni finanziarie internazionali del Bahrain.

Il mio interesse per FinTech è iniziato nel 2014 quando ho eseguito uno studio di ricerca sui servizi di pagamento e sulla regolamentazione del denaro elettronico della FCA nel Regno Unito, che è stato poi utilizzato per scrivere e emettere i nostri regolamenti sui fornitori di servizi di pagamento e sugli istituti di elaborazione delle carte.

2. Che cosa significa essere una donna in Fintech per te?

Per cominciare, essere tra una schiera di donne così brillanti e stimolanti in FinTech dimostra come stiamo rompendo gli stereotipi associati sia al settore dei servizi finanziari tradizionali che ai campi legati alla tecnologia. Le donne in FinTech stanno aprendo la strada per rimodellare l’industria e creare condizioni di parità. Credo che abbiamo intrapreso una nuova dinamica era di progressione per le donne, dimostrando che nessun campo o ruolo è off-limits.

3. Quali sfide pensi che le donne affrontino in Fintech?

Qualsiasi sfida che potrebbe potenzialmente esistere non è stata finora evidente, ma c’è sempre spazio per ulteriori progressi nel colmare le lacune di genere, per esempio, e normalizzare il coinvolgimento delle donne nei settori tradizionalmente dominati dagli uomini. Stiamo sicuramente assistendo a una trasformazione ideologica in cui la mentalità discriminatoria stereotipata sta rapidamente iniziando a corrodersi e si sta spostando verso una mentalità aperta e inclusiva.

4. Che consiglio daresti ad altre donne che iniziano e sviluppano la loro carriera in Fintech?

Li incoraggerei vivamente a venire a bordo ea prendere parte a questo entusiasmante settore che sta trasformando e rimodellando i mercati finanziari di tutto il mondo. Questo rappresenta una grande opportunità per noi di partecipare attivamente a questa quarta rivoluzione industriale e di intraprendere un nuovo viaggio per l’empowerment delle donne.

5. Quali sono le 3 parole chiave per descrivere Fintech per il 2019?

Digitalizzazione, inclusione finanziaria e Customer-Centricity.

patreon pieno - Yasmeen Al Sharaf - Top 100 donne in Fintech 2019 - LATTICE80 - LATTICE80



https://assodigitale.it/feed/

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi