Volley, 6ª giornata di Superlega: Siena-Verona 2-3


Un attacco di Sebastian Solé, 27 anni, nella vittoria di Verona a Siena

Un attacco di Sebastian Solé, 27 anni, nella vittoria di Verona a Siena

siena-verona 2-3 (31-29, 15-25, 25-18, 18-25, 16-18)
La Calzedonia passa al tiebreak a Siena e vede il quinto posto virtuale, avendo una partita da recuperare contro Castellana Grotte. Per Siena invece è sempre più buio: il terzo tiebreak casalingo si risolve in un’altra beffa, il computo adesso è 0-6. Cichello conferma Spadavecchia in sestetto, ricavandone un primo set da cinque punti. Verona comanda nella prima parte della frazione, sprintando sul 10-6. I padroni di casa pareggiano, vanno sopra di tre (18-15) ma si bloccano e si ritrovano a fronteggiare due setpoint sul 22-24; Spirito non arma bene la mano di Boyer e Siena ribalta la situazione, prima di chiudere al quinto setpoint col muro di Ishikawa 31-29. Il secondo set è senza storia: Verona parte 8-1, sfrutta le enormi incertezze in ricezione dell’Emma e allunga addirittura a +10 (15-5). Siena accorcia con Hernandez in battuta (12-17) ma è un fuoco di paglia, la frazione ormai è segnata e il muro di Sharifi la chiude sul 25-15. Per una volta Maruotti e compagni partono col piede sull’acceleratore: 7-1 per iniziare il terzo set, con Grbic che fa debuttare nel match Savani. Il tentativo di rimonta gialloblù si arena sull’11-9, l’asse Marouf-Gladyr trova l’intesa per il 17-11; un ace di Hernandez sigilla il 25-18. L’altalena va avanti, stavolta tocca a Verona: Siena balbetta ancora in ricezione, è 9-4 per la Calzedonia. Ishikawa per il -1 (12-13), Manavinezhad e Boyer per il 18-13 che fa sentire odore di tiebreak che arriva col muro di Spirito su Hernandez. Un gran muro di Solè su Hernandez è il primo ‘minibreak’ del quinto, subito pareggiato da Gladyr. L’esperienza di Birarelli per l’8-6, un erroraccio di Maruotti vale il 12-9 ospite. Hernandez fa e disfa: gran servizio e poi attacco per il 12-13, errore punto per il doppio matchpoint gialloblù. Muro di Gladyr e ace di Fedrizzi, appena entrato, per il 14-14. Al quinto match point per Verona Hernandez spara in tribuna la palla del 18-16 finale.


 Stefano Salvadori 

© riproduzione riservata


https://www.gazzetta.it/rss/home.xml

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi