Treviso-Forl, chi la seconda forza del girone Est?


Daniel Donzelli, 22 anni, ala di Forl

Daniel Donzelli, 22 anni, ala di Forl

Se escludiamo la Fortitudo, sono finora le due migliori del girone Est di A-2: con sedici punti, frutto di otto vittorie e due sconfitte, si spartiscono il secondo posto in classifica, ad appena due lunghezze dalla corazzata bolognese. Entrambe hanno giocato (e vinto) mercoled scorso il recupero della decima giornata, accorciando il distacco dalla capolista, caduta la scorsa domenica in casa della Bakery: Treviso ha schiacciato Imola al Palaverde, in una gara a senso unico; Forl ha faticato parecchio davanti al proprio pubblico con l’Assigeco Piacenza, ma alla fine ha trovato carattere e coraggio per conquistare i due punti. Non c’era momento migliore per uno scontro diretto e il calendario dell’undicesima giornata sembra pensato apposta per 40’ di spettacolo ed emozioni: si gioca domenica a Treviso alle 18, in palio il secondo posto in solitaria.

QUI TREVISO
un gran momento per la squadra veneta, che contro Imola ha giocato probabilmente la miglior gara della propria stagione, allungando a cinque il filotto di vittorie: evidentemente il gruppo aveva bisogno di un periodo di rodaggio per amalgamarsi e digerire il credo cestistico di coach Max Menetti, mentre ora sta entrando a regime. L’avvio di stagione poco brioso costato relativamente poco alla squadra trevigiana: il crollo nella trasferta contro Cento (unica vera debacle) fisiologico; pi pesante la sconfitta casalinga contro la Fortitudo, che potrebbe rivelarsi decisiva in chiave promozione diretta. Il punto di forza dei veneti la consistenza del gruppo in entrambi i lati del campo, che sopperisce in modo determinante alla mancanza di stelle riconosciute. In attacco i protagonisti continuano a variare e c’ spazio per tutti, anche insospettabili come Chillo e Lombardi: non esistono terminali prioritari prestabiliti e questo offre pochi punti di riferimento alle avversarie. La vera differenza per la difesa, da cui nata la maggior parte delle vittorie: dopo Cento il gruppo si compattato e ha cambiato letteralmente marcia; nessuno si tira indietro, dall’indiavolato Uglietti al sorprendente Imbr, non noto per essere cintura nera della difesa. Ora anche gli americani stanno iniziando a girare: discorso che vale soprattutto per Wayns, finora poco integrato nel collettivo. E con l’anno nuovo torner in campo anche Giovanni Tomassini…


QUI FORL
Sono tre le vittorie consecutive per la squadra di coach Giorgio Valli, che nelle prossime settimane capir in modo drastico se fin qui stato soltanto un gioco molto bello ma insostenibile nel lungo periodo, oppure se pu iniziare a ragionare da big. Dipende da come uscir dal trittico di appuntamenti che la accompagnano al Natale: dopo Treviso, c’ Udine in casa e la F al PalaDozza. L’obiettivo restare agganciati alla testa della classifica e conquistare le Final Eight di coppa Italia. Mercoled scorso contro l’Assigeco – squadra in forma e dal notevole talento offensivo – sono emersi pregi e difetti della formazione romagnola: il gruppo non ancora maturo e consapevole dei propri mezzi n dei propri limiti, per cui tende ad esagerare nell’aggressivit e fatica a mantenere il controllo del match. L’assenza di un punto di riferimento come Giachetti, out per un problema al polso che non si risolver a brevissimo, ha acuito queste criticit. Per contro coach Valli ha un gruppo di giovani davvero scatenati, che stanno diventando ormai sistematicamente la marcia in pi nei momenti caldi dei match: Pierpaolo Marini, Daniel Donzelli e Tommaso Oxilia (che ha risolto con canestri importanti nei momenti chiave). In un roster non profondissimo ma di qualit, le alternative in attacco sono davvero molteplici, se si contano anche Lawson e Johnson. A Treviso si attende un esodo di forlivesi, visto che la piazza si sta incendiando: ormai all’Unieuro Arena le presenze sono stabilmente oltre 4mila e le dimostrazioni d’affetto verso i giocatori non hanno precedenti.

 Alberto Mariutto 

© riproduzione riservata


https://www.gazzetta.it/rss/home.xml

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi