Tennis, Fognini si arrende in semifinale a Tsitsipas. Out anche Seppi


Fabio Fognini. Afp

Fabio Fognini. Afp

Fabio Fognini esce di scena nelle semifinali dell’Intrum Stockholm Open, torneo ATP 250 dotato di un montepremi di 612.755 euro sul veloce indoor della capitale svedese. Il 31enne di Arma di Taggia, numero 14 del ranking mondiale e seconda testa di serie, che per un infortunio alla caviglia destra aveva dato forfait in semifinale a Pechino rinunciando anche al «1000» di Shanghai, ha ceduto per 6-3, 6-2, in poco più di un’ora ed un quarto di partita, al Next Gen greco Stefanos Tsitsipas, numero 16 Atp e terzo favorito del seeding. Per l’azzurro si trattava della nona semifinale di questo 2018, la settima sul veloce e la 38a complessiva in carriera: quest’anno Fognini ha già vinto 45 match (record per il ligure). A Mosca (856.445 dollari, cemento indoor), si ferma pure Andreas Seppi in 2 set e con tanti rimpianti: dopo aver ceduto al francese Adrian Mannarino 7-5, e dopo il 5-4 del secondo, l’altoatesino s’è visto raggiungere e superare ancora 7-5. Il 34enne di Caldaro, numero 46 della classifica mondiale, vincitore nell’edizione del 2012, ha ceduto all’aversario che negli ottavi aveva battuto Marco Cecchinato, n.1 del tabellone. L’altra semifinale è tra i russo karen Khachanov e Daniil Medvedev. Il trentenne Mannarino, n.49, ha giocato e perso 5 finali tra cui una nel 2019. Ad Anversa, il francese Gaël Monfils (38), s’è qualificato per finale battendo il favorito argentin Diego Schwartzman (17) 6-3 6-4. Nell’altro semifinale di fronte Richard Gasquet (28, Fra) e il britannico Kyle Edmund (15).

KASATKINA VINCE
È Daria Kasatkina la vincitrice della Kremlin Cup, torneo Wta Premier dotato di un montepremi di 932.866 dollari che si è concluso sul veloce indoor di Mosca. In finale la tennista russa, numero 14 del ranking mondiale e sesta testa di serie, ha battuto in rimonta 2-6 7-6(3) 6-4, dopo oltre due ore di battaglia, la tunisina Ons Jabeur, numero 101 Wta, proveniente dalle qualificazioni. Peccato per la 24enne di Hsar El Hellar, prima giocatrice di sempre del suo Paese ad approdare all’ultimo atto di un torneo del circuito maggiore, che dopo aver vinto il primo parziale è stata avanti per 4-1 nella seconda frazione prima di subire la rimonta della sua avversaria, che ha confermato il risultato dell’unico precedente disputato al primo turno dei Giochi olimpici di Rio del 2016. Per la 21enne di Togliatty si tratta del secondo titolo in carriera su 5 finali disputate: in precedenza aveva conquistato il suo primo trofeo Wta lo scorso anno sulla terra verde di Charleston. Quest’anno Kasatkina ha giocato tre finali: oltre a quella di Mosca aveva raggiunto l’ultimo atto anche a Dubai (stoppata dalla Svitolina) e ad Indian Wells (sconfitta dalla Osaka). In Lussemburgo Julia Görges (Ger) batte Belinda Bencic (Svi) 6-4 7-5.


 Gasport 

© riproduzione riservata


https://www.gazzetta.it/rss/home.xml

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi