Scarlett Johansson è la prima attrice ad essere pagata come gli uomini


Dopo quello di attrice pi pagata al mondo, Scarlett Johansson porta a casa un altro record: la prima donna ad aver eguagliato i suoi colleghi uomini in fatto di compensi salariali per un film. L’attrice, infatti, ricever 15 milioni di dollari per il suo ruolo autonomo di Natasha Romanoff, ossia Black Widow, la Vedova Nera, per il prossimo film della Marvel incentrato appunto sulla supereroina. In questo modo l’attrice eguaglia il cachet che stato riconosciuto a Chris Evans e Chris Hemsworth, rispettivamente Captain America e Thor, in Avengers: Infinity War.

Compenso stellare

In epoca #metoo l’attrice, che anche un’accesa attivista, ha infranto il soffitto di cristallo per eccellenza di Hollywood, quello che ha visto finora le donne sempre a un gradino pi basso rispetto agli uomini. In realt Scarlett Johansson andata oltre: non solo ha uguagliato il salario, ma ha anche strappato il compenso pi elevato mai ottenuto da un attore per una parte ora autonoma nelle serie della Marvel. Secondo quanto scrive Hollywood Reporter, nel 2008 Robert Downey jr fu pagato 500 mila dollari per la parte di Tony Stark in Iron Man, mentre Chadwick Boseman stato pagato solo due milioni di dollari per il suo ruolo in Black Panther.

Un ruolo fortunato

La Johansson ricopre il ruolo di Natasha Romanoff-Vedova Nera nei film del Marvel Cinematic Universe dal 2010 e a partire da Iron Man 2, e l’aumento del compenso pu essere indicativo del fatto che la Marvel ha intenzione di tenersi stretta l’attrice per molto tempo. Attualmente il film Black Widow, per la cui regia stata ingaggiata un’altra donna, la regista australiana Cate Shortland, non ha ancora una data di uscita. In attesa della Vedova Nera l’attrice sar ancora l’eroina nel quarto film, ancora senza titolo, della serie Avengers che sar nelle sale cinematografiche a maggio del 2019.

12 ottobre 2018 (modifica il 12 ottobre 2018 | 09:41)

© RIPRODUZIONE RISERVATA





http://xml2.corriereobjects.it/rss/spettacoli.xml

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi