pronto al debutto con la Repubblica Centrafricana


Geofffrey Kondogbia. Ap

Geofffrey Kondogbia. Ap

Back to the roots. Un ritorno alla terra dei suoi genitori, quello di Geofffrey Kondogbia, ex interista, punto fermo del Valencia ma soprattutto campione mondiale con la Francia Under 20 nel 2013 a Istanbul, quando giocava accanto a Pogba e davanti a Umtiti, in finale superarono l’Uruguay ai rigori.

cinque amichevoli
Ora, 5 anni dopo quel trionfo, il centrocampista nato e cresciuto in Francia sta per iniziare una nuova vita calcistica: dopo un lungo corteggiamento e un rinvio per infortunio nella pausa internazionale di settembre, Kondogbia pronto per debuttare con la Repubblica Centrafricana. Partite valide per la qualificazione alla Coppa d’Africa del 2019, non amichevoli: per Geoffrey non ci sar la possibilit di fare marcia indietro, il suo un addio alla Francia, con la quale ha giocato 5 amichevoli tra l’agosto del 2013 e il settembre del 2015.


CAMBIO DI SCENARIO
Per sposare una nazionale piccola piccola. Mai qualificata per la Coppa d’Africa, avara nella produzione di talenti. Kondogbia una settimana fa era titolare ad Old Trafford: passer dalla Champions alla compagnia di ragazzi tecnicamente ed economicamente lontanissimi dalla sua posizione. Tra i convocati del c.t. Raoul Savoy, svizzero di origine spagnola, ci sono addirittura 4 giocatori senza squadra.

SFIDA ALLA COSTA D’AVORIO
Pogba ha i fratelli che giocano o hanno giocato con la Guinea, Umtiti ha detto pi volte di no al Camerun. Kondogbia a 25 anni ha deciso di dare una mano, e ieri si unito ai nuovi compagni al ritiro organizzato a Dakar, in Senegal. La Repubblica Centrafricana, numero 111 del ranking Fifa, ha battuto 2-1 il Ruanda in giugno e perso 1-0 in Guinea a settembre. Venerd e marted sfider la Costa d’Avorio, una superpotenza. Passano le prime due, la qualificazione sembra durissima ma le ambizioni della Repubblica Centrafricana con Kondogbia aumentano parecchio. E chiss se Geoffrey arriver a sfidare uno dei fratelli del suo ex compagno e grande amico Pogba. Storie africane nel calcio moderno.

Dal nostro corrispondente  Filippo Maria Ricci 

© riproduzione riservata




https://www.gazzetta.it/rss/home.xml

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi