Maltempo: cede la piazzetta di Portofino, treno deraglia a Santa Margherita Ligure Meteo


Il maltempo non concede tregua a Portofino. Nella piazzetta, cuore del borgo, avvenuto un vistoso cedimento a causa delle piogge: l’acqua ha gonfiato il rio Fondaco, che per raggiungere il mare corre sotto il selciato a ciottoli della piazza. Il borgo dei vip isolato dal 29 ottobre, quando la mareggiata distrusse in pi punti la strada che unisce la cittadina a Santa Margherita Ligure, e ridusse il porto a un cimitero di yatch. Il paese oggi come un’isola, raggiungibile solo via mare. Durante la notte – spiega il sindaco Matteo Viacava – i temporali hanno gonfiato i torrenti fino a sfondare la pavimentazione. Un grosso buco si formato in piazza Martiri dell’Olivetta e in via Roma: l’area sulla calata stata transennata, mentre nel vicolo che da piazza della Libert conduce fino al cuore di Portofino, i militari sono al lavoro per un primo intervento sistemazione. Allagamenti anche nel palazzo comunale.

Circolazione ferroviaria in tilt

Proprio a Santa Margherita, una frana vicino alla stazione ha causato l’uscita dai binari del primo carrello di una carrozza di un regionale, senza ferire fortunatamente nessuno dei 30 passeggeri a bordo, che hanno proseguito il viaggio su un bus. La frana, avvenuta poco prima delle 6, stata causata dal cedimento di un muro di contenimento che delimita la linea che unisce Genova a La Spezia; dovuto – dice Rfi – alle piogge abbondanti di questi giorni. Nello stesso tratto, vicino alla stazione di Rapallo, il 25 ottobre, usc dai binari un carro cisterna della francese Captrain che trasportava cloroformio: il convoglio viaggi per 3,5 km danneggiando la linea su cui sono tuttora in corso i lavori di ripristino. Sempre sul nodo di Genova, alla stazione di Genova Principe, sulla linea per Ventimiglia, deragliato invece un mezzo da lavoro di una ditta esterna a Rfi. Diverse le cancellazioni e i ritardi. Dopo l’ondata di maltempo della scorsa settimana, da luned la Liguria in allerta gialla.

Lo stato di emergenza

Intanto il Consiglio dei ministri, su proposta del premier Giuseppe Conte, ha dichiarato venerd mattina lo stato d’emergenza in 11 regioni: oltre alla Liguria, la delibera riguarda Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Veneto e le Province autonome di Trento e Bolzano. Sono stati stanziati 53 milioni e mezzo di euro dal Fondo per le emergenze nazionali, per i primi interventi di ripristino della viabilit e il completamento delle operazioni di soccorso. Nei prossimi giorni, a tali risorse, si aggiungeranno altri 200 milioni di euro, in attesa della definitiva quantificazione dei danni.

Altra pioggia

E una nuova perturbazione in arrivo porter ancora piogge nel fine settimana , specie a Nord-Ovest della penisola. I temporali saranno particolarmente insistenti proprio in Liguria, con rischio di notevoli accumuli idrici, che si andranno a sommare a quelli gi di rilievo caduti nelle giornate precedenti. Altre situazioni critiche, con rovesci e allagamenti, potranno crearsi al Sud, in Sicilia e Calabria. Nel resto della penisola al massimo cielo coperto o qualche acquazzone. Temperature miti in compenso, con valori al di sopra delle medie stagionali.

9 novembre 2018 (modifica il 9 novembre 2018 | 17:38)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




FONTE UFFICIALE: CORRIERE.IT

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi