Maltempo, bomba d’acqua su Cagliari. Dispersa una donna


Ancora emergenza maltempo in Sardegna: non si fermano le precipitazioni in particolare nel sud dell’Isola. Bomba d’acqua su Cagliari nella notte, si registrano allagamenti di strade e scantinati e alberi crollati: oggi tutti gli uffici, le scuole, i parchi pubblici e i cimiteri resteranno chiusi per tutta la giornata, inclusa l’universit e il Consiglio regionale. Una donna di circa 60 anni dispersa dalle 3 del mattino nelle campagne di Assemini. Era a bordo di un’auto, assieme al marito e tre figlie, rimasta bloccata nella tarda serata di ieri dall’acqua che aveva invaso la strada nella localit Cortexandra, tra le statali 130 e 131. I cinque avevano abbandonato l’auto nel disperato tentativo di mettersi in salvo. I soccorritori, grazie anche all’intervento di un elicottero, hanno trovato subito le tre figlie, mentre il marito stato soccorso in piena campagna. L’auto della famiglia , invece, stata trovata in una zona pianeggiante non lontano dai centri commerciali che sorgono alla periferia di Sestu.

A Uta sono state evacuate 49 persone, sei delle quali accolte nelle strutture comunali, altre 6 sono state evacuate a Castiadas e 2 a San Vito, nel Sarrabus, dove l’acqua e il fango hanno invaso le vie del paese. Il ponte di ferro, che collega il paese a Muravera, stato chiuso, dopo che l’acqua ha superato i 4 metri. L’argine del fiume Uri, ha ceduto, mentre nella diga del Cixerri stato raggiunto lo stato di preallerta. Ad Assemini nella notte le strade sono diventate fiumi e un rifugio per animali rimasto isolato.

Intanto, aumenta il numero di strade chiuse per dissesto: oltre alla 195 Sulcitana, interessata a due crolli, non sono percorribili la provinciale 4 Sestu-San Sperate e la Sestu-Assemini, la numero 1 nel comune di Assemini, a Capoterra la comunale che dalla rotatoria sulla statale 195 porta al centro abitato, a Castiadas la provinciale 20, la 125 Orientale sarda, interessata da allagamenti e smottamenti all’altezza di Costa Rei.

Allerta anche al nord, in particolare in Liguria: molti comuni della regione hanno deciso di chiudere le scuole di ogni ordine e grado, soprattutto quelli delle province di Imperia e di Savona (uniche eccezioni Albisola Superiore e Spotorno). Stop alle lezioni scolastiche anche in diversi comuni della Citt metropolitana di Genova, tra i quali Recco, Chiavari, Mezzanego, Santo Stefano, Rezzoaglio, tutte le scuole della Val Fontanabuona, Santa Margherita, Rapallo, Sestri Levante, Casarza Ligure, Castiglione Chiavarese, Moneglia, Lavagna, Sori, Pieve Ligure, Bogliasco, Camogli, Recco, Avegno, Uscio, Cogorno e Borzonasca. Nel levante ligure lezioni sospese a Sarzana e La Spezia.

11 ottobre 2018 (modifica il 11 ottobre 2018 | 09:01)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




FONTE UFFICIALE: CORRIERE.IT

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi