La nuova politica, il potere dei manager e i palinsesti tv


Due fatti di cronaca ci aiutano a capire qualcosa in pi della tv. A una radio, Paola Perego intervenuta per ribadire che lei non una raccomandata: Sicuramente sono avvantaggiata perch lavoro con il pi bravo dei manager, ma lui cos onesto moralmente che mai nella vita se dovesse proporre una persona proporrebbe me, perch potrebbero pensare che mi propone solo perch sua moglie.

Il marito Lucio Presta e noi fingiamo di crederle. Salvini sta facendo una campagna di consensi utilizzando dei testimonial alla rovescia: i volti famosi che lo hanno criticato non saranno invitati alla sua manifestazione: Lui/lei non ci sar. Fra questi volti c’ Fazio e gi immaginiamo il suo agente Beppe Caschetto rifare il giro delle sette chiese per piazzare i suoi artisti, nel caso le porte della Rai si chiudessero. Presta e Caschetto sono i due padroni della tv italiana, collocano i loro artisti, talentati o stalentati, ovunque e comunque: vere e proprie compagnie di giro. Ma sono ancora cos importanti, i palinsesti dipendono ancora dal loro volere? Per il momento s. Ma difficile che Caschetto possa rifare il gioco al rialzo che ha fatto con Fazio strappando alla Rai un contratto da favola. Presta ha faticato non poco a piazzare il documentario di Renzi. La stagione delle vacche grasse finita, ma il problema che i due hanno una concezione vecchia, molto vecchia della tv e i tempi stanno cambiando, c’ il web, ci sono altri modi di reclutamento. Un esempio: Caschetto ha prodotto Come Quando Fuori Piovedi Virginia Raffaele, non capendo che su quel materiale andava fatto un lavoro di scrittura che fuori dal suo immaginario.

Presta ha quasi rovinato Benigni producendogli solo spettacoli di alta retorica. E Bonolis da anni sta cercando un’identit smarrita, pi che un programma. Per ora sono ancora padroni, ma per quanto ancora?

5 dicembre 2018 (modifica il 5 dicembre 2018 | 20:15)

© RIPRODUZIONE RISERVATA





http://xml2.corriereobjects.it/rss/spettacoli.xml

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi