La crisi dei casinò: la procura di Aosta chiede il fallimento per Saint Vincent


Ancora un mese difficile per i casin italiani, con il perdurare della chiusura di quello campionese e la Procura di Aosta che ha chiesto il fallimento del Casin di Saint Vincent, gi al centro di un’inchiesta della Guardia di Finanza che, lo scorso marzo, aveva disposto il sequestro conservativo di beni a 21 membri della Giunta e del Consiglio della Regione Valle d’Aosta. Provvedimenti scaturiti dall’inchiesta della Procura della Corte dei Conti sui finanziamenti regionali al Casin. Ora la Procura, vista la grave insolvenza e la situazione debitoria della struttura, ne ha chiesto il fallimento. Il tribunale al momento non pu pronunciarsi, in quanto l’amministratore unico della casa da gioco ha avanzato nei giorni scorsi un’istanza di concordato.

I tentativi di ripresa

Nonostante questo, sotto l’esclusivo profilo degli incassi, sul primo gradino del podio sale la casa da gioco valdostana, da cui parte l’analisi mensile di GiocoNewsCasino.it. Il mese di ottobre, che ha visto la nomina prima di un Cda e poi di un amministratore unico, Filippo Rolando, si chiude con un incasso di gioco, al Saint Vincent Resort & Casino, pari a 4.722.876 euro, il 3,06% in pi rispetto al 2017, vale a dire 140.451 euro in pi. Gli ingressi sono invece in calo, il 6,82% in meno rispetto allo stesso mese del 2017.I tavoli chiudono il mese nel loro complesso con meno 5,20 percento (meno 106.571 euro). Le slot machines incassano nel mese 2.778.076 euro, il 9,76 percento in pi rispetto al 2017 (pi 247.021 euro). Grazie a questo risultato, il contatore degli incassi 2018 sale a quota 46.775.073 euro, il che rappresenta una flessione dell’1,22 percento rispetto all’analogo periodo del 2017. Nei dodici mesi non coincidenti con l’anno solare, quindi da novembre 2017 a ottobre 2018, gli incassi sono stati invece pari a 56.767.822 euro, il 2,65 percento in meno rispetto ai dodici mesi ancora precedenti.

La resistenza di Venezia

Ottobre in calo, per gli incassi di gioco del Casin di Venezia, che si colloca comunque in seconda posizione e resta saldamente al primo posto per quanto riguarda l’andamento annuale, un risultato che fa pendant con i buoni risultati di bilancio. Il mese si chiude infatti con 7.905.608 euro di introiti, vale a dire il 7,44 percento in meno rispetto a ottobre 2017, e sono in flessione, del 13,54 percento, anche gli ingressi, pari a 58.687. Nei primi dieci mesi dell’anno in corso, le due sedi della Casa da gioco incassano complessivamente 81.650.401 euro, l’8,56 percento in pi rispetto al 2017. Il risultato dei dodici mesi non solari segna quota 97,030.364 euro: l’8,32 percento in pi.

Sanremo

In ultima posizione il Casin di Sanremo, i cui investimenti e pax aziendale e politica non sembrano ancora dare i risultati sperati. L’asticella degli incassi si ferma infatti a quota 2.768.337 euro, un risultato in calo dell’8,78% rispetto allo stesso mese dell’anno passato e che si accompagna al segno negativo registrato anche agli ingressi: 12.045, vale a dire il 10,54 percento in meno. Da segnalare, d’altro canto, la ripresa delle slot: introitano il mese passato 2.469.749 euro, l’1,73 percento in pi. Per quanto riguarda gli altri giochi, la roulette incassa 36.115 euro, l’84.32% in meno. Molto meglio va la variante fair, che incassa 94.290 euro, il 99,58% in pi. Il poker cash chiude a 49.733 euro, il 18,75% in pi mentre i tornei calano del 3,21 percento, con 22.973 euro. Infine, il black jack incassa 43.116 euro, il 58,72% in meno, e la flessione del punto banco (52.360 euro) ancor pi marcata: meno 67,16%. Il risultato di ottobre non aiuta quello complessivo: nei primi dieci mesi la Casa da gioco matuziana incassa infatti 35.779.129 euro, il che rappresenta una flessione del 5,29 percento rispetto allo stesso periodo del 2017. Da novembre 2017 a ottobre 2018 il Casin ha invece incassato 42.799.997 euro, il 4,02% in meno.

La fine di Campione

Purtroppo, non c’ nulla da scrivere sul drammatico ottobre vissuto dai dipendenti del Casin Campione d’Italia. La Casa da gioco ha chiuso i battenti lo scorso 27 luglio e le vie politica e giudiziaria per poterlo riaprire sono ancora aperte, ma dall’esito incerto. Nel 2018 il Casin ha in tutto incassato 45.460.976 euro, il 39,70 percento rispetto a un anno fa. Un risultato destinato inevitabilmente a peggiorare.

8 novembre 2018 (modifica il 8 novembre 2018 | 10:52)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




FONTE UFFICIALE: CORRIERE.IT

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi