Di Maio,la Federazione della stampa: basta attacchi ai giornali


Di Maio,la Federazione della stampa: basta attacchi ai giornali

Il vicepremier Luigi Di Maio attacca L’Espresso e Repubblica e scoppia la polemica. «Per fortuna» dice il leader del Movimento 5 Stelle durante una diretta Facebook, «ci siamo vaccinati anni fa dalle bufale, dalle fake news dei giornali e si stanno vaccinando anche tanti altri cittadini tanto è vero che stanno morendo parecchi giornali tra cui quelli del gruppo l’Espresso che, mi dispiace per i lavoratori, stanno addirittura avviando dei processi di esuberi al loro interno perché nessuno li legge più».

L’attacco del ministro provoca la reazione del sindacato dei giornalisti e dei comitati di redazione, oltre che dei giornali direttamente interessati, anche di Corriere della sera e Stampa . «Auspicare la morte dei giornali non è degno di chi guida un Paese di solide tradizioni democratiche come è l’Italia, ma è tipico delle dittature» spiegano in una nota Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, segretario generale e presidente della Fnsi. Di Maio «sogna di cancellare ogni forma di pensiero critico e di dissenso e si illude di poter imporre una narrazione dell’Italia lontana dalla realtà». Il cdr di Repubblica assicura il ministro che le testate del gruppo Gedi (di cui fanno parte sia L’Espresso che Repubblic a) «non moriranno» e anzi «continueranno a raccontare la verità, soprattutto quando è scomoda per il potente di turno».

Per il cdr del Corriere «è inaccettabile che un rappresentante delle Istituzioni, che è anche ministro del Lavoro e dello Sviluppo, ritenga di pronunciarsi contro un intero settore, fino quasi ad auspicare la morte dei giornali, attaccando il pluralismo e la libertà di informazione».
Il cdr della Stampa , infine, definisce «vergognoso che un ministro della Repubblica preveda la morte di una impresa del nostro Paese». Parole di condanna nei confronti dell’uscita di Di Maio arrivano anche dal segretario del Pd Maurizio Martina.

7 ottobre 2018 (modifica il 7 ottobre 2018 | 08:25)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




FONTE UFFICIALE: CORRIERE.IT

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi