Cavani-Neymar, tensione altissima! Fallaccio del Matador e scuse respinte


Il fallo di Edinson Cavani su Neymar in Brasile-Uruguay. Ap

Il fallo di Edinson Cavani su Neymar in Brasile-Uruguay. Ap

Poteva essere l’occasione per stemperare tensioni accumulate nell’ultima annata di convivenza, invece l’amichevole di ieri a Londra si è trasformata in palcoscenico per mettere di nuovo in luce i ruoli opposti. Non solo da avversari di una sera, di un Brasile-Uruguay che non è mai una gara qualsiasi, ma anche di compagni di squadra che in comune hanno poco o nulla, se non la maglia del Psg. Il duello Neymar-Cavani così è andato nuovamente in scena su un episodio che rispecchia di fatto la relazione tra i due, minata alla base dal famoso penalty-gate.

priorita’
Poco più un anno fa, in effetti, le due stelle parigine andarono in collisione per un rigore contro il Lione. Il Matador pretendeva di calciarlo, facendo valere l’anzianità nell’esercizio. Neymar invece pensava, dall’alto del suo cartellino record di giocatore più caro della storia del calcio, di aver la priorità dal dischetto. E così, come due ragazzini, si contesero il pallone a muso duro. Da lì in poi, il rapporto tra i due è andato deteriorandosi. E non è un caso che nelle ultime partite, di Champions in particolare, l’intesa sia ridotta ai minimi termini, con un numero di passaggi allo stretto necessario, soprattutto rispetto al feeling tra Ney e l’apprezzato Mbappé. E l’uruguayano, che l’anno scorso poteva almeno contare sull’appoggio di una parte dello spogliatoio, quest’anno è ancora più isolato, alimentando le voci di un possibile addio anticipato a giugno.


stizza
Non sarà di sicuro l’episodio di ieri a soffocare tali rumors. L’ex punta del Napoli infatti non è andato per il sottile, con un’entrata dura sul collega che l’aveva appena umiliato con un tunnel. Fallo subito punito con un cartellino giallo. Ma il bello arriva dopo, quanto il Matador tende la mano al compagno-avversario. Neymar la prende ma di controvoglia e poi sfilandola, con un gesto di stizza, seppure contenuto. E attirandosi lo sguardo duro e un commento di Cavani. Non di certo idilliaco, come il loro rapporto da quando sono costretti a convivere per volontà dell’emiro del Qatar. Ieri comunque, il Brasile si è imposto grazie a una rete di Neymar. Su rigore.

 Alessandro Grandesso 

© riproduzione riservata


https://www.gazzetta.it/rss/home.xml

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi