Caso Cox, rinviata a domani l’udienza di Lombardi. Entro venerd la sentenza


Gli scontri ad Anfield il 24 aprile scorso

Gli scontri ad Anfield il 24 aprile scorso

Rinviata a domani l’udienza per il tifoso romanista Filippo Lombardi, accusato del ferimento di Sean Cox, il fan del Liverpool rimasto gravemente ferito in seguito all’aggressione subita il 24 aprile scorso, poco prima dell’inizio della semifinale di Champions League tra i Reds e i giallorossi. Il rinvio stato dovuto a una richiesta della difesa, ma assai probabile che gi tra due giorni, cio venerd, arriver la sentenza. Lombardi, sottoposto a rito ordinario, accusato di aver sferrato la cinghiata che ha provocato la caduta e il successivo grave ferimento di Cox, ma l’italiano respinge l’addebito, cos come quello di concorso morale. Si dichiara colpevole, invece, di atti violenti, avvenuti per non nelle immediate vicinanze a dove si trovava Cox e questo, secondo la difesa, lo scagionerebbe dal reato pi grave.

ricostruzione
Da ricordare che il primo tifoso romanista gi condannato per atti violenti, Daniele Sciusco, pur patteggiando stato condannato a due anni e mezzo. Lombardi, quindi, rischia di pi. A scagionarlo dal ferimento di Cox, per, potrebbe arrivare l’arresto (ai domiciliari) di un terzo uomo – un romano di trent’anni di cui non sono state rese note le generalit – per cui la giustizia inglese ha chiesto l’estradizione, che probabilmente verr concessa, anche se non prima di qualche mese. Tra due giorni comunque, anche alla luce delle prove testimoniali e dei filmati, arriver la sentenza per Lombardi.


danni irreparabili
La salute di Cox invece, secondo i familiari, pare irrimediabilmente compromessa. “Mio marito non torner pi come prima – dice la moglie Martina – una tragedia che ci ha sconvolto la vita. Sean vede doppio, a volte triplo, non riesce a parlare ma capisce tutto. Ha la parte destra del corpo paralizzata”. Un dramma che aspetta ancora giustizia, mentre continuano le raccolte di fondi a favore dello sfortunato 53eenne irlandese.

 Massimo Cecchini  

© riproduzione riservata


https://www.gazzetta.it/rss/home.xml

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi