«Cardinal», gran finale per un local drama avvincente e cupo


Gran finale della prima stagione di Cardinal – Quaranta modi per dire dolore, la serie crime canadese ideata da Aubrey Nealon e ispirata all’omonima saga dello scrittore Giles Blunt. Negli ultimi due episodi, il detective John Cardinal si avvicinato a scoprire chi ha commesso la lunga serie di brutali omicidi (laF, canale 135 di Sky, marted, ore 21.10, e su Sky On Demand). Nell’immaginaria cittadina di Algonquin Bay, silenziosa localit affacciata sulle rive del lago Ontario, in Canada, era stato rinvenuto tra i ghiacci, completamente ibernato, il corpo di una ragazzina. Si trattava di Katie Pine, tredicenne di cui da tempo si erano perse le tracce. L’introverso detective John Cardinal convinto che il modus operandi sia quello di un serial killer e riesce a convincere di ci la timida collega Lisa Delorme (Karine Vanasse); tra i due, il rapporto non semplice. Da vecchie indagini riemergono di l a poco altri corpi di ragazzini mutilati e seviziati, gettando un’ombra di paura e inquietudine nel villaggio.

Cardinal ha saputo ricreare alcuni elementi classici dei cosiddetti local drama: l’ambientazione caratteristica (un rigido inverno canadese), la quotidianit scandita da ritmi dilatati, la diffidenza e i sospetti che regolano i rapporti all’interno di comunit chiuse. In questa cornice, si staglia la figura del detective protagonista, il cui tormento per un passato oscuro e una moglie malata ben restituito dalla brillante interpretazione di Billy Campbell. Le atmosfere cupe, i lunghi silenzi, i paesaggi artici ricreano un mood che sembra sconfinare nei noir di matrice scandinava che hanno spopolato negli ultimi anni. Una scrittura avvincente e una ben articolata rete di storylines differenti fanno il resto. Unica pecca? A parte John Cardinal, gli altri personaggi mancano di profili delineati e di interpretazioni all’altezza del protagonista.

4 dicembre 2018 (modifica il 4 dicembre 2018 | 21:23)

© RIPRODUZIONE RISERVATA





http://xml2.corriereobjects.it/rss/spettacoli.xml

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi