«Breaking Bad» a Bergamo: pensionato malato si improvvisa spacciatore per pagarsi il funerale


Povero, incensurato, insospettabile. Ma a 61 anni, con la diagnosi di una grave malattia e lo spettro dell’indigenza davanti alle primavere rimaste, la vita pu anche subire una svolta. In negativo. E cos un pensionato di Rovetta, alle porte di Bergamo, non ha trovato niente di meglio per arrotondare l’assegno dell’Inps che mettersi a spacciare cocaina: Per mettere via un po’ di soldi per il mio funerale ha affermato lui stesso marted mattina, al giudice del processo per direttissima. Le manette erano scattate dopo una segnalazione confidenziale giunta ai carabinieri di Clusone: l’uomo stato pedinato in auto e fermato vicino la sua abitazione dove, non abituato ai controlli e alle domande delle forze dell’ordine, ha subito ammesso di avere due dosi di cocaina in tasca e altre 5 nel cruscotto. Ma non era tutto: in una legnaia fuori casa i militari hanno scovato anche un panetto di 6 grammi di polvere bianca e 1.600 euro. Addosso ne aveva 255. Per pagarsi le esequie, a dirla tutta, sarebbero anche bastati. I soldi che avevo in tasca li avevo guadagnati vendendo la droga ha dichiarato in tribunale, mentre la somma custodita nella legnaia era destinata agli eredi: Mi avevano detto di avere una malattia grave e ho voluto trovare un modo per guadagnare un po’ di soldi e lasciarli in eredit ai familiari, anche solo per le spese del funerale.

Breaking Bad bergamasco

All’eredit frutto del reato, forse i parenti – in assenza di sostanze liquide – ne avrebbero preferita una pi spirituale, fatta di consigli e insegnamenti di vita. Un patrimonio valoriale di cui il pensionato, evidentemente, non aveva disponibilit avendo deciso di imboccare la strada del crimine. Ma la cronaca non lascia spazio per analisi ridotte ormai dalla civilt del profitto a valutazioni moralistiche. Tant’ che a un certo punto comunque sono guarito – ammette il protagonista -, mi sono detto che avrei finito di vendere la droga che mi era rimasta e poi avrei smesso. Una confessione piuttosto scontata. Ci sar da credergli? Possibile che i facili guadagni e l’inedita disponibilit di denaro contante avrebbero continuato a dargli alla testa? La cronaca non pu non ricordare la trama di Breaking Bad, la celebre serie televisiva americana andata in onda in Italia sul canale satellitare AXN e in chiaro su Rai4, in cui un tranquillo e onesto professore di chimica – a causa di una serie di drammi privati – si ricicla trasformandosi nel pi importante narcotrafficante tra Usa e Messico. Cos il pensionato, in breve tempo, ha messo in piedi un supermercato dello stupefacente in Val Seriana per lo stesso identico motivo: accumulare soldi per curarsi e da lasciare ai figli. La realt seguir comunque un copione diverso dal film: l’arresto stato convalidato e l’uomo rimesso in libert in attesa della prossima udienza, fissata il 18 gennaio.

4 dicembre 2018 (modifica il 4 dicembre 2018 | 19:17)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




FONTE UFFICIALE: CORRIERE.IT

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi