«Astro del ciel» compie 200 anni: ecco com’è nato il canto di Natale


«Stille Nacht», una delle canzoni più tradizionali e famose dedicate al Natale, quest’inverno festeggia 200 anni. Il testo della canzone, che noi conosciamo come «Astro del ciel», venne composto nel 1816 ma la melodia fu composta solo due anni più tardi, nel 1818.

Il testo di «Stille Nacht», infatti, venne scritto in occasione del Natale del 1816 da Joseph Mohr, vicario parrocchiale a Mariapfarr im Lungau, un piccolo paese nei dintorni della città austriaca di Salisburgo. Mohr, che all’epoca aveva 24 anni, voleva scrivere una «poesia di pace». La musica per accompagnarla arriverà due anni più tardi quando Mohr, trasferito alla parrocchia di San Nikolaus ad Oberndorf (sempre nei dintorni di Salisburgo, che quest’anno festeggia con una serie di eventi e mostre) chiese una mano all’organista e maestro di scuola Franz Gruber. Il vicario voleva una melodia semplice, da cantare a due voci con accompagnamento di coro e chitarra.

Ad oggi la canzone è stata tradotta in oltre 140 lingue ed è uno dei canti natalizi più famosi. Nel 2011 il brano è stato inserito nell’elenco austriaco del patrimonio culturale immateriale dell’Unesco. Una curiosità: il testo italiano è stato scritto nel 1937 dal prete bergamasco Angelo Meli ma non è una traduzione dell’originale tedesco.

7 dicembre 2018 (modifica il 7 dicembre 2018 | 17:07)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




FONTE UFFICIALE: CORRIERE.IT

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi