Alla Scala, niente di ovvio nel Mahler di Teodor Currentzis


Il rapporto sproporzionato come mai prima tra domanda e offerta, una cosa buona tra mille nefaste l’ha prodotta. Che le orchestre, potendo selezionare il meglio, hanno incredibilmente innalzato negli ultimi venti anni il loro livello tecnico. L’Europa infatti piena di orchestre d’alto rango. Ma quello che si ascoltato alla Scala, quando Teodor Currentzis ha diretto l’orchestra musicAeterna da lui formata, ha del sensazionale: impressionante la gamma di dinamiche, impressionante la definizione dei timbri, impressionante l’agilit nel fraseggio, impressionante come anche la frase condotta con massima leggerezza non perda mai sostanza, peso e colore.

Il tributo del pubblico spettacolare a sua volta. Da tempo la platea scaligera non decretava un trionfo come quello che saluta la prestazione del direttore greco e dei suoi musicisti di Perm’ (Russia). Avviene dopo che hanno eseguito una Quarta di Mahler che, piaccia o meno la lettura, non si era mai ascoltata cos. Questo il bello di Currentzis: con lui niente ovvio. E quand’anche certe scelte siano discutibili, come quella di conferire un taglio cos teatrale ai Lieder dal corno magico del fanciullo, ancora Mahler, la qualit cos prodigiosa che si vorrebbe solo che si ricominciasse da capo. Per congedarsi invece Currentzis sceglie un pezzo di puro virtuosismo orchestrale. Sembra di essere sulle montagne russe. Si intitola Tanzaggregat ed del 38enne compositore serbo Marko Nikodijevic. Discreto l’apporto dei liederisti Paula Murrihy e Florian Boesch. Ottimo quello del soprano Jeanine De Bique.

5 dicembre 2018 (modifica il 5 dicembre 2018 | 20:00)

© RIPRODUZIONE RISERVATA





http://xml2.corriereobjects.it/rss/spettacoli.xml

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi