ugg boots store Estorsione Gionta Raffaele Raia 17 maggio 2016

ugg boots store Estorsione Gionta Raffaele Raia 17 maggio 2016

yoox ugg Estorsione Gionta Raffaele Raia 17 maggio 2016

Ha provato ad estorcere denaro ad un imprenditore oplontino cinque giorni prima di Pasqua. questa laccusa con la quale stato arrestato Raffaele Raia, figlio di Amedeo, ergastolano legato al clan Gionta di Torre Annunziata. I carabinieri del Nucleo investigativo torrese, guidati dal maggiore Leonardo Acquaro, hanno stretto le manette ai polsi del giovane con laccusa di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso. La richiesta di arresto arrivata da parte della Direzione distrettuale antimafia di Napoli, ad opera del sostituto procuratore Claudio Siragusa,che gi in passato ha stretto le manette ai polsi al padre Amedeo e al fratello Catello. Amedeo Raia uno degli storici appartenenti al clan di Palazzo Fienga. stato condannato allergastolo, con sentenza definitiva, per lomicidio di Ettore Merlino tra Torre Annunziata e Torre del Greco. Lomicidio venne commesso il 24 maggio 2007 a pochi giorni dagli arresti dalloperazione Emergency che permise la cattura dello stato maggiore del clan. Il delitto fu deciso per fare un favore agli alleati di Ercolano del clan Birra Iacomino.

Merlino, affiliato al clan avverso degli Ascione Papale ed originario di Torre del Greco,
ugg boots store Estorsione Gionta Raffaele Raia 17 maggio 2016
venne assassinato su via Nazionale tra Torre Annunziata e Torre del Greco. Luomo venne convocato a palazzo Fienga da Pasquale Gionta ed il resto del gotha del clan per discutere di una fantomatica alleanza. In realt si trattava solamente di una trappola per farlo finire sotto i colpi di Raia ed Agnello che commisero materialmente lomicidio esplodendo nove colpi di pistola che risultarono fatali alluomo degli Ascione Papale. Il summit venne ripreso dalle telecamere di sorveglianza installate a protezione della roccaforte del clan e i filmati sono stati decisivi per inchiodare i Gionta. Il loro obiettivo era quello di eliminare da Torre del Greco gli Ascione Papale mentre i Birra avrebbero fatto lo stesso sul suolo di Ercolano. Lalleanza tra i due clan avrebbe permesso un filo conduttore unico che avrebbe portato sotto il loro controllo un intero tratto di provincia di Napoli.

Il fratello Catello, invece, venne arrestato per lo stesso reato di Raffaele, estorsione aggravata dallarticolo 7 della legge Falcone. Con lui finirono in manette Michele Papa, Catello Raia, Michele Amoruso e Fabio Fortunato. I quattro erano considerati i nuovi taglieggiatori del clan Gionta che si stava servendo di ragazzi poco pi che adolescenti dopo le decine di arresti subiti dalla cosca. I nuovi estorsori chiedevano agli esercizi commerciali oplontini cifre che andavano dai duecentocinquanta ai duemilacinquecento euro come stabilito da un nuovo tariffario creato dal clan. A capo del gruppo cera Michele Papa, cognato dellallora babyboss latitante Salvatore Paduano. Devono tornare a pagare tutti come prima si legge in unintercettazione tra i due. Ai suoi ordini due figli di storici affiliati al clan, Raia, figlio di Amedeo, e Amoruso,
ugg boots store Estorsione Gionta Raffaele Raia 17 maggio 2016
figlio di Francesco alias a vecchiarella. A porre fine alla loro attivit estorsiva fu unoperazione dei carabinieri del luglio 2012. Domani Raia comparir dinanzi al Gip assistito dal suo legale Giuseppe De Luca per ludienza di convalida del fermo.