ugg autralia Il mio piccolo caneammazzato a calci

ugg autralia Il mio piccolo caneammazzato a calci

ugg in Il mio piccolo caneammazzato a calci

Avevo un cane, Eddy, che qualcuno ha ammazzato con un calcio. Eddy è morto dopo poche ore, nonostante abbiamo tentato anche un intervento chirurgico per salvargli la vita.

Mio caro amico, volevo aggiornarti su come è andata a finire la tua impresa, per non privarti di tutte le cose che ti sei perse.

Erano da poco passate le 9 di sera e giovedì scorso sembrava una bella giornata. Il mio Eddy, di circa 9 anni è un cagnolino di razza Yorkshire, quelli piccoli come i gatti, per intenderci, meno di due chili, che a volte, approfittando dell’occasionale e fortuita apertura di ben tre porte, riusciva a uscire di casa per fare i propri bisogni e per annusare e segnare il territorio intorno a casa. Bene, anche giovedì Eddy è stato abbastanza scaltro ed è riuscito a guadagnare i suoi dieci minuti di libertà incondizionata. E in questi pochi minuti ha incontrato te!

Quando è rientrato non ci è servito molto tempo per capire cosa era successo e che voglio descriverti in dettaglio perché tu possa compiacerti. Eddy camminava in modo strano, quasi avesse bevuto un bicchiere di troppo e sembrava distratto. Aveva un fiato allo stesso tempo corto ma con una specie di rantolo finale, come se avesse qualcosa sullo stomaco. Come è solito quando qualcosa lo spaventa, si è rifugiato sotto il mobile del bagno in attesa che le cose migliorassero. Pochi minuti dopo Eddy è uscito dal suo nascondiglio preferito e sembrava in preda a qualcosa che lo privava della ragione. Ti dico, neppure un lamento, solo un rantolo sommesso! Poca cosa di fronte a tua tanta perizia.

Quando ho notato che aveva perso l’uso delle gambe posteriori si trascinava barcollando e in evidente stato confusionale, mi sono avvicinato e finalmente ho cominciato a vedere gli effetti della tue capacità. Posso testimoniarti che aveva cominciato a gonfiarsi come un palloncino, tanto che mi trovavo in difficoltà ad afferrarlo: sai, alzare una bestiola di 2 chili che sta agonizzando dà qualche difficoltà. Non posso dirti che piangesse perché non emetteva alcun suono, solo si guardava intorno come inebetito e, di questo posso assicurarti, con molto dolore.

I tre veterinari di Cles che lo hanno prima visitato, poi sottoposto alle lastre e infine operato per circa due ore possono certificarti quello che io, da non esperto, posso solamente descriverti con parole povere per il tuo piacere.

La pelle rasata sotto la pancia presentava l’impronta della tua scarpa perché ogni artista deve lasciare la sua firma. Ben quattro costole erano state spezzate e avevano colpito il polmone, aperto lo stomaco e dilaniato altri organi interni. Pensa, si era creato un ematoma di circa 10 centimetri Come si può pretendere di più in un corpicino che è grosso come il braccio di un adulto. Dieci centimetri sono un bel risultato!

Lo abbiamo fatto operare anche se le speranze erano al lumicino. Sai, volevamo vedere se la scienza e la dedizione dei medici potessero arginare la tua perizia. Non è servito a nulla, o forse ha allungato di altri interminabili minuti la sua agonia.

Per Eddy non si dimetteranno politici e gli animalisti non faranno cortei e non ci sarà alcuna dimostrazione di piazza. Lui non meritava molto. Non era famoso come Daniza, non era prezioso come altri della sua razza e, per di più, aveva molti difetti.

Forse, uno dei suoi difetti era che non temeva gli estranei e per questo ti si è avvicinato. Mio Dio, forse aveva fatto la pipì vicino a te o, magari alla tua macchina. Ti capisco se ciò e accaduto e al tuo posto anch’io mi sarei risentito. I veterinari hanno ipotizzato che il tuo calcio lo abbia colpito con particolare violenza a livello del costato e probabilmente lo ha fatto volare per alcuni metri. Chissà che bello spettacolo tu conservi nei tuoi occhi! Comunque, queste poche righe servano proprio a farti assaporare fino in fondo tutte le conseguenze delle tue azioni e che possano esserti di ispirazione quando farai del male agli animali e non avrai occasione di assistere alla loro agonia.

Mi turba pensare che, magari, tu non legga il giornale: sai, spesso chi fa queste bravate non ha molta affinità con la carta stampata e questo riduce di molto le possibilità che tu possa trarre beneficio dal mio resoconto. Forse ti sei confidato con qualcuno raccontando come meriteresti la nazionale per i tuoi memorabili calci, e quest’altro ti racconta di quel tizio a cui hanno ammazzato il cane che ha scritto sul giornale.

A te, Eddy, un saluto con profondo affetto e un arrivederci in un nuovo mondo nel quale, mi auguro, non sia lecito entrare a coloro che seminano dolore, cattiveria e ignoranza.
ugg autralia Il mio piccolo caneammazzato a calci