stivali ugg outlet libri da leggere o usare per stufa

stivali ugg outlet libri da leggere o usare per stufa

ugg saldi libri da leggere o usare per stufa

a buena aires mi piacerebbe rivedere la caserma dove mi avevano quasi arrestato e tutto perché con un paio di amici appena sbarcati stavano pensando in quale puttanaio andare a trascorrere la serata quando si è avvicinato una specie di carabineros con tanto di mitragliatore che ci ha ordinato di sparpagliarci oppure di camminare perché era vietato fermarsi in 2 o 3 a parlare, al che noi pur sapendo che allora c’erano i militari al governo ci siamo messi a ridere dicendoci anche che quel personaggio era un tipo ben strano e un poco anche matto, e qualcosa quello deve aver capito perché sollevando la canna della sua arma di ordinanza che prima era puntata a terra, ci ordino di seguirlo fino a una caserma lì vicino dove ci fecero un mezzo interogatorio e resosi tutti conto che eravamo tanto stranieri quanto incoscienti e ignoranti degli usi e costumi del posto ci dissero di smammare e di parlare camminando oppure di fermarci uno lontano dall’altro.

andandome poi ho avuto un groppo di nostalgia per il mio paese di m.!

tra l’altro l’ho portato al lavoro stamattina e vedendolo quasi tutti han detto “ah si,,,l’hanno intervistato l’altro giorno in tv” ” uh si volevo prenderlo anche io “. comunque, a mia figlia ne ha parlato a lezione la supplente di italiano (grande!!!
stivali ugg outlet libri da leggere o usare per stufa
!! )

vabbè, in un modo o nell’altro il libro è arrivato anche a me e lo consiglio a gran voce !!!!

invece stasera sono andata, per caso, a trovare andrea pinketts che presentava il suo ultimo “la fiaba di bernadette che non ha visto la madonna”. pinketts deve piacere, non è leggibile da tutti. a me piace e ho letto il libro intanto che lo aspettavo (in ritardo,
stivali ugg outlet libri da leggere o usare per stufa
ovviamente) . 100 pagine con molte foto, alcune idee pregevoli, stile un filo delirante.

considerato però che costa 12 euro e si legge in 45 minuti , anche molto meno se non si è disturbati, lo consiglio solo a chi già conosce questo autore e lo apprezza. altrimenti lo si può considerare un pò troppo costoso.

pinketts l’ho conosciuto, si fa per dire, parecchi anni fa al castel di belgioioso, che mi pare sia in provincia di pavia, dove si teneva la fiera dei piccoli editori. c’era anche lucarelli e altri giovani scrittori di gialli. allora non c’erano i divieti di adesso e pinketts si è fumato per tutto il tempo un sigaro grosso come un salame. lo potevi individuare anche da lontano dal fumo che saliva sopra le teste. credo che qualche centinaio di persone sapranno chi andare a cercare se gli verra un cancro al polmone.

è dello stesso avviso anche una mia amica che l’ha preso perché in bella mostra in una libreria. ho avuto un momento di stupidità, ha detto quasi scusandosi. bhe capita a tutti comprare libri inutili che non valgono neanche il peso del legno delle piante che hanno smesso di ossigenare il mondo per fornire la cellulosa necessaria a stamparli. basta rendersene poi conto. d’altro canto per propagandarli come fossero capolavori e trovare perle a ogni pagina bisogna essere altrettanto vuoti e insulsi.

Tags: No tags